Zola: “Tonali? La sua volontà può aver contato, ma fossi stato nel Milan…”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Zola dà la sua opinione su Tonali e il Milan in merito all’imminente cessione al Newcastle

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, l’ex calciatore Gianfranco Zola ha parlato (anche) della cessione di Sandro Tonali dal Milan al Newcastle. Tra i vari argomenti toccati, anche il Napoli, il calciomercato e l’Inter. Oltre a qualche ricordo per chi non c’è più…

Gianfranco, che effetto le ha fatto lo scudetto del Napoli?

“Con la promozione del Cagliari mi sono emozionato in maniera forte, Ranieri ha fatto una cosa fantastica e con lo scudetto del Napoli, beh, quasi alla stessa maniera. La cavalcata dello scorso anno è stata bellissima, forte, potente, mai in discussione. Spalletti ha fatto un lavoro straordinario, una cosa grandiosa. Pensavo restasse, ma attenzione: Rudi Garcia mi piace”.

A tal punto da poter rivincere il prossimo scudetto?

“E perché no? Certamente il mercato sarà importante perché bisognerà sostituire Kim, perché magari Osimhen se lo vengono a prendere. Di certo Garcia è un allenatore preparato tatticamente e una persona equilibrata. Bella scelta”.

ULTIME NOTIZIE – MILAN, QUATTRO SI’! ACCORDI TOTALI CON GLI OBIETTIVI: COME VANNO LE TRATTATIVE COI CLUB?

Una parola per Kvaratskhelia?

“È stata la sorpresa del campionato. Un gran giocatore. È il George Best moderno”.

Diceva di Osimhen e la Premier: l’Inghilterra ci prenderà… tutti?

“È soprattutto una questione economica, ovviamente. La Premier è un prodotto che si vende per tre anni a cifre astronomiche. E parte tutto da lì. Ai miei tempi era la Serie A ad essere la Premier. Negli Anni 90 e 2000 eravamo noi ad acquistare e investire, ad attrarre. Poi, in Inghilterra sono stati bravi a creare un vero e proprio teatro: il brand è stato riqualificato e portato alle vette, magari il calcio non è il più bello ma è il più aperto e divertente, l’atmosfera è fantastica. E ci hanno superati”.

Zola parla anche di Tonali

È per questo che Tonali non ha saputo dire di no, Zola?

“Il Milan è e rimarrà sempre, per quel che mi riguarda, una squadra fantastica, fra le più grandi del mondo. Ecco: chiaro che la volontà del giocatore può aver contato, ovvio che davanti a quella cifra è difficile dire di no ma quantomeno io-Milan avrei provato a trattenerlo”.

Anche lei, ai tempi del Chelsea, non seppe resistere.

“Io arrivavo da un brutto periodo fra Europeo e inizio col Parma. E arrivavo da quella che era la Premier di allora, la nostra Serie A appunto. E sono stato bravo ad abbracciare con grande volontà tutto ciò che di nuovo avrei incontrato. E il Chelsea, con me, è stato fantastico”.

Inevitabile parlare di Gianluca Vialli.

“Ha ragione Mancini: lui è sempre con noi. L’altro giorno eravamo a un evento di golf con Guardiola e alla “Buca 9” c’era la foto di Luca: non se ne è mai andato”.

In tutto questo c’è anche chi dice “Meglio un altro anno in Italia che la Premier”. Si chiama Frattesi. Zola, dopo Tonali, parla anche di lui.

“Ha detto una cosa molto intelligente. Perché nella vita non conta il fare una cosa ma farla nel momento giusto. E lui l’ha capito. Scamacca vuole tornare? Nelle difficoltà si cresce, per me dovrebbe restare in Premier un altro anno”.

Da chi si aspetta di più nel prossimo campionato?

“Forse, e parlo di Serie A, dall’Inter. Ma molto, e anche qui rientriamo nel mercato, dipenderà dalla cessione o meno di Onana, un elemento di grandissimo peso e qualità. E poi, non so cosa succederà a Brozovic: io stravedo per lui. Poi sono curioso di rivedere la Lazio: bel calcio quello di Sarri. Fra gli altri allenatori mi sono piaciuti Palladino e Zanetti ma la bellissima sorpresa, bellissima davvero, è stata rappresentata da Thiago Motta col suo Bologna. Veramente bravissimo”.

MILAN NEWS – IERI L’ULTIMO GIORNO DI TANTI: TRA PRESTITI E CESSIONI, QUANTI ADDII!

Chiudiamo con due temi: il primo, Silvio Berlusconi.

«Non mi ha mai cercato ma… massimo rispetto per quello che ha fatto nel calcio. Una volta ci incontrammo e sorridendo mi disse che aveva trovato uno più basso di lui…». Sorride.

Secondo: l’eliminazione dell’Under 21.

“L’importante è non farne una tragedia: di ragazzi buoni ce ne sono tanti. Tantissimi”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

zola tonali

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate