Zola: “Giroud, voglio di più. Dortmund? Devo essere sincero…”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Zola commenta il pareggio tra Borussia Dortmund e Milan, parlando anche di Giroud: il post partita da bordocampo

Come spesso capita con i match offerti da Prime Video, insieme a Clarence Seedorf si trovava a bordo campo per la gara di Champions League del Milan contro il Borussia Dortmund anche Gianfranco Zola. Dall’alto della sua esperienza, l’ex attaccante ha dato spunti interessanti sia prima che dopo la partita. Inoltre, ha ammesso di aspettarsi di più dagli avversari dei rossoneri e anche da Olivier Giroud, a suo giudizio troppo affaticato in questo genere di match. Di seguito, le sue dichiarazioni nel post.

SEEDORF: “MILAN, COSÌ È UN PO’ A CASO! PERCHÉ QUESTA TATTICA?”

E adesso il Paris…

Intanto, anche a Dortmund arrivano le notizie dagli altri campi. Come dal St James’s Park di Newcastle, dove i Magpies hanno travolto il Paris Saint-Germain con un inaspettato 4-1. Questo il commento di Zola:

“La vittoria del Newcastle contro il PSG ha un po’ complicato le cose per queste due squadre. Però il Milan ha dimostrato di essere una squadra che quando parte in velocità può dare problemi a chiunque. Hanno creato occasioni importanti, ai punti sicuramente avrebbero vinto loro. Sicuramente questo deve dare ottimismo alla squadra, ha potenzialità enormi e andrà a Parigi e se la giocherà con buone chances”.

Infatti, le prossime due giornate di Champions League vedranno i rossoneri affrontare la squadra di Luis Enrique per due volte consecutive, prima in Francia e poi a San Siro.

DORTMUND-MILAN, PULISIC E ADLI: “NOI CON OTTIMISMO, QUALCHE RIMPIANTO E… MERITI”

Giroud, rammarichi e un non-miglior Borussia

Mentre scorrevano le immagini delle occasioni avute dal Milan contro il Dortmund, Zola pareva visibilmente rammaricato. Come per l’occasione avuta da Christian Pulisic:

“Bastavano 50 cm o a destra o a sinistra e sarebbe stato gol… Avrebbe anche potuto ridare palla a Leao, gli avrebbe fatto un assist incredibile. Però ci stava anche che tirasse, è stato sfortunato”.

Da bordocampo al Signal Iduna Park, l’ex calciatore commenta la partita di Giroud:

“Quando le partite sono così di transizione, così come è stata quella del Milan oggi, un giocatore come Giroud soffre un attimino. Ci sta che sia un po’ dispiaciuto, avrebbe voluto sicuramente dare di più. Si starà rammaricando per quell’occasione che ha avuto, che solitamente lui non sbaglia”.

Però anche i tedeschi hanno creato…

“Soprattutto nel finale, è vero. Quando è entrato Adeyemi ha creato qualche pericolo, e anche Malen qualche occasione l’ha creata. Però, se devo essere sincero, mi aspettavo molto di più da loro. Mi aspettavo più aggressività, più intensità nel ritmo. Invece non c’è stata. È come se anche loro avessero paura di perderla questa partita, hanno rispettato tanto il Milan. Non è stato secondo me il miglior Borussia”.

Pioli, invece, della rosa di Terzic aveva parlato così:

“Aggredirli di più? L’intenzione era quella, ma abbiamo gestito male il pallone e dato loro possibilità di prendere ritmo. I nostri avversari hanno giocato con forza e qualità. Noi abbiamo giocato un ottimo secondo tempo, con occasioni importanti purtroppo non sfruttate al meglio”.

GARLANDO: “MILAN, CRASH-TEST CONFORTANTE. MA DEVI FARE COME L’INTER!”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

zola dortmund milan

Ultime news

Notizie correlate