Zirkzee strizza l’occhio al Milan? “Mi rivedo in Ibrahimovic, Tomori tosto”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Joshua Zirkzee si è raccontato ai microfoni del Corriere della Sera: il grande obiettivo di calciomercato del Milan ha parlato di Ibrahimovic e… Tomori

I tifosi del Milan hanno avuto questa mattina l’occasione di conoscere ancora più da vicino Joshua Zirkzee, uno dei principali obiettivi di calciomercato per l’attacco del futuro. Intervistato dal Corriere della Sera, l’olandese classe 2001 si è raccontato tra posizione in campo, caratteristiche tecniche, rapporto con Thiago Motta e… paragoni e avversari. Tra questi, Zirkzee ha individuato due personalità che hanno parecchio a che fare con il mondo Milan: Zlatan Ibrahimovic e Fikayo Tomori.

Il rapporto con Thiago Motta

Al quotidiano, Joshua Zirkzee ha parlato innanzitutto del suo ruolo nello schema tattico del Bologna, delle sue caratteristiche e del rapporto con Thiago Motta. L’olandese, come anche ormai i meno analitici avranno potuto capire dopo la prima metà inoltrata della stagione, non si è definitivo un centravanti puro: “Motta mi ha trasformato in un 9 e mezzo. Non sono uno alla Arnautovic, mi piace venire in- contro, giocare il pallone, aiutare la squadra“. Ai paragoni con i 9 e mezzo più impattanti della storia del calcio italiano, Roberto Baggio e Alex Del Piero, Zirkzee ha risposto così: “Con entrambi è un bel paragone: sono due leggende“.

A livello di caratteristiche di gioco, Zirkzee sostiene che “il dono è senza dubbio la tecnica: è il modo di mostrare a tutti la mia essenza“. Una tecnica che viene esaltata dall’allenatore del Bologna, sia in campo che fuori dal campo.

MILAN, ZIRKZEE TI VUOLE MA HOJLUND TI SPAVENTA: NOVITA’ DI CALCIOMERCATO

Alla domanda sull’insegnamento di Thiago Motta, Zirkzee ha dichiarato: “E’ uno, guardare avanti. Lo fai dopo una bella vittoria, dopo un errore o un gol, dopo una sconfitta“. L’impatto che ha avuto l’ex centrocampista di Barcellona e Inter (tra le altre) sull’olandese è confermato dallo stesso: “In campo ora i miei movimenti sono diversi. Mi ha dato libertà, mi permette di giocare un calcio cucito su misura. Ho una certa abilità, lui mi trasmette la fiducia per esaltarla: bella sensazione“.

Zirkzee e il Milan, tra Ibrahimovic e… Tomori

Ormai la notizia non è più nascosta: Joshua Zirkzee del Bologna è il grande obiettivo di calciomercato del Milan per l’attacco della prossima stagione. Mentre dagli esperti sono arrivate a tal proposito novità importanti negli ultimi giorni, l’olandese ha strizzato l’occhio ai rossoneri ai microfoni della Gazzetta dello Sport rispondendo al paragone con Ibrahimovic arrivato dall’allenatore del Torino, Ivan Juric. “Quello di Juric è un grande complimento“, dice Zirkzee, “non è così usuale vedere un centravanti alto con una buona tecnica […] Non voglio apparire presuntuoso, ringrazio Juric: però sì, mi ci rivedo“.

Di Milan, Zirkzee ha parlato anche in chiave difesa. Interpellato sugli avversari più duri del suo percorso in Serie A, l’olandese ha scelto Francesco Acerbi dell’Inter, Alessandro Buongiorno del Torino (altro obiettivo di calciomercato rossonero) e proprio Fikayo Tomori, difensore che sta per tornare a disposizione di Stefano Pioli dopo poco più di due mesi.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate