Zirkzee-Milan, Mossini (Corriere): “Padrone del suo destino. A Bologna fenomenale così” (ESCLUSIVA)

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

L’obiettivo del Milan per l’attacco è Zirkzee, attenzione però a sfruttarlo nel modo giusto: il punto sulla clausola con Mossini del Corriere

Intervenuto nel corso del Talk di Radio Rossonera, Alessandro Mossini del Corriere della Sera di Bologna ha fatto il punto sull’intricata clausola di Joshua Zirkzee e sui movimenti del Milan. Il talento olandese è padrone del suo destino, la clausola sarà spartita tra Bologna e Bayern Monaco secondo gli accordi. Da non sottovalutare le ingenti commissioni richieste dall’agente.

Zirkzee tra clausola e modo di giocare

Il punto sulla clausola di Zirkzee, le ultime sul Milan che avrebbe comunicato al Bologna il pagamento: “Al Bologna questa cosa non risulta ancora, ma non è decisiva. Magari il Milan intende farlo ma deve ancora comunicarlo al Bologna. Onestamente la questione clausola è complicata, c’è una parte di clausola Bologna-Bayern e una Bologna-Zirkzee. Nell’estate 2022 il giocatore in Italia non ci voleva tornare, l’agente non voleva portarlo via dal Bayern ma farlo arrivare a scadenza e incassare una maxi commissione e il Bayern non voleva darlo al Bologna alla cifra che il club aveva da spendere in quel momento che erano circa 8,5 milioni e mezzo. Si è cercato di accontentare un po’ tutti con condizioni che sembravano vantaggiose per il Bologna, ma che oggi lo sono un po’ meno perché chiunque in Europa a 40 milioni viene a prendere Zirkzee. Sappiamo che non sono 40 poi perché c’è la maxi commissione da dare al suo agente, però il Milan è sicuramente tra quelle che si è mossa con più convinzione, fino ad un mese fa si era parlato anche dell’Arsenal. Al Bologna dei 40 milioni ne entrano 21/22 per il famoso 45% lasciato al Bayern. Zirkzee è padrone del suo destino“. 

È il profilo giusto per il Milan? “Non so se sarà un Milan a una o a due punte, Zirkzee al Bologna con Thiago Motta è stato fenomenale da punta unica, di fatto facendo il regista offensivo. Se ti aspetti da Zirkzee che faccia il terminale offensivo hai preso il giocatore sbagliato, non è un centravanti classico: è un 9 e mezzo tutti l’hanno definito così: un trequartista nel fisico di una punta, ha un occhio per la giocata e il dribbling fenomenale. Lo vedo bene a due punte e anche in attacco a una punta a patto che ci siano giocatori pronti a inserirsi”.

Ultime news

Notizie correlate