Milan, Zeroli: “Un grande obiettivo, ora dobbiamo fare meglio”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il capitano Kevin Zeroli suona la carica in vista della semifinale di Youth League tra Porto e Milan Primavera

Venerdì, alle ore 18:00, il Milan Primavera di Ignazio Abate scenderà in campo a Nyon per sfidare il Porto nella semifinale di Youth League. A pochi giorni da quella prestigiosa sfida, il capitano del Milan Kevin Zeroli ha parlato ai microfoni del club raccontando il suo punto di vista sulla stagione, sia a livello personale che di squadra, e sull’esordio a San Siro con la prima squadra.

Le parole di Zeroli

Sulla competizione: “Credo che disputare la Youth League sia un’esperienza molto importante per noi giovani. Ci dà la possibilità di crescere e confrontarci con squadre internazionali di grande livello”.

Sul rigore: “Il rigore decisivo contro il Real Madrid? Chiaramente è stata una grande gioia. Probabilmente è stato il rigore più importante della mia carriera fino ad ora. Ero felicissimo per me e anche per aver portato in semifinale la squadra”.

Sull’esordio: “È stata bello esordire a San Siro. Credo sia il sogno di tutti i giovani che iniziano a praticare questo sport. Daanti alla curva del Milan mi sono emozionato, lo sognavo ma non me lo aspettavo. Sicuramente Abate ha inciso molto, il suo aiuto. Aver debuttato il prima squadra, aver raggiunto questo piccolo sogno, è sicuramente grazie anche a lui per i consigli e per tutto quello che ci dà ogni giorno”.

Milan per il sociale: “Grazie alla Youth League, a questa competizione, ci siamo dedicati anche nel sociale. Abbiamo dato un contributo all’associazione Kairos, che ci ha permesso di confrontarci con dei ragazzi che hanno avuto delle difficoltà”.

Sulla stagione: “Aver raggiunto per due anni di fila le semifinali, essere nelle prime 4 d’Europa, è stato un grandissimo obiettivo. Ora vogliamo fare meglio rispetto allo scorso anno, anche nel campionato Primavera dove siamo in lotta per i playoff. Credo sia una stagione molto positiva, cerchiamo di dare il massimo fino alla fine”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate