Zazzaroni: “Milan, ci sono momenti in cui la bellezza diventa trascurabile”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

In un editoriale per il Corriere dello Sport, Ivan Zazzaroni ha dato la sua lettura di Milan-Tottenham. Nell’uscita di questa mattina, il giornalista ha sottolineato l’importanza della prestazione offerta dagli uomini di Stefano Pioli.

Questo il suo commento: “La partita perfetta per una squadra da troppo tempo in difficoltà e sotto pressione. Una prova all’italiana nell’accezione migliore per limitare le idee e le necessità di un italiano doc, Conte, che di un certo calcio è professore universitario con centinaia di pubblicazioni. Pioli aveva chiesto ai suoi di essere aggressivi e bassi come non mai per non offrirsi al contropiede inglese. Aggressivi, dicevo, e concreti, attentissimi in difesa e rapidi nel raddoppiare. Ed è stato ascoltato”.

LEGGI QUI ANCHE – COSTACURTA E I COMPLIMENTI A PIOLI: “NE HAI SCOPERTO UN ALTRO!”

Poi, Zazzaroni continua: “Il gioco?, la manovra? Tirata via, le ripartenze se e quando possibile. Più con Leao che con Saelemaekers che si è occupato in prevalenza delle emergenze e dei recuperi sfruttando la sua velocità. Del Milan mi sono piaciuti in particolare Thiaw, Kalulu e Kjaer, che aveva il compito più difficile, il controllo di Kane; Diaz ha garantito un minimo di qualità e soprattutto ha segnato il gol al settimo minuto che ha consentito alla squadra di interpretare al meglio la strategia iniziale. Leao si è acceso a intermittenza, Giroud non si è risparmiato, ma ha combinato poco”.

Infine, chiude analizzando la squadra londinese e sottolineando il cinismo rossonero. Zazzaroni sintetizza così: “Col suo Tottenham a corrente alternata e con l’improbabile coppia di mediani Sarr-Skipp (erano assenti Bentancur, Bissouma e Hojbjerg) Conte ha fatto comunque più gioco del previsto lavorando sugli esterni ma non trovando quasi mai Perisic, che il massimo lo dà sempre nella stagione in cui deve guadagnarsi il rinnovo di contratto. Rari, pertanto, i pericoli per Tatarusanu. Ci sono momenti in cui la bellezza diventa un elemento trascurabile poiché la concretezza e il cinismo prevalgono su tutto. Ecco, per il Milan questo era, è quel momento. E allora, Diaz sia lodato”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

zazzaroni

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate