Youth League Milan-Braga, Abate: “Ancora in top 8, Zeroli è un fondista”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato nel postpartita, Ignazio Abate ha parlato della vittoria del suo Milan Primavera in Youth League contro il Braga

Questo pomeriggio, la Primavera del Milan ha battuto il Braga ai rigori nell’ottavo di finale di Youth League. Intervistato nel postpartita, il mister Ignazio Abate ha parlato della vittoria del suo Milan Primavera contro i portoghesi in Youth league.

Abate su Raveyre e Zeroli

“Zeroli non avevo dubbi che reggesse, ha un motore che va da solo. È un giocatore che ci ha abituato a fare 12-13 km, sembra un fondista nato, ha carisma e qualità. Ci ha dato personalità e fisicità, nella squadra si sente. Raveyre l’ho conosciuto l’anno scorso, è un giocatore forte. Ad inizio anno era abituato a giocare poco con la palla, prima aveva altre richieste: non è una critica. Si è messo con la testa giusta a voler imparare, a fermarsi a fine allenamento. Mi confrontavo con Moncada e D’Ottavio dicendo che era solo questione di tempo perché il ragazzo sarebbe arrivato. Aveva tutto e così è stato. Ha trovato l’occasione, si è dimostrato pronto e sta dimostrando tutte le sue qualità”.

Sul futuro del Milan Primavera

Quanta spinta può dare una vittoria così? “Tanto. Avevo detto ai ragazzi che sarebbe stata una partita spartiacque per la nostra stagione. Mancano 11 partite di campionato, prima di tutto vogliamo migliorare il punteggio dell’anno scorso e possibilmente centrare i playoff, per vivere l’ultimo mese da protagonisti inseguendo un piccolo sogno. Vedremo quello che sarà, ma noi venderemo cara la pelle per centrare i playoff. Me lo auguro per i miei ragazzi, ce la mettono tutta, un gruppo umile con una mentalità incredibile. Gli faccio poi i complimenti perché per il secondo anno consecutivo siamo tra le 8 più forti, non era mai successo. La prima volta l’anno scorso, farlo per due anni di fila è un grande risultato”.

 

Ultime news

Notizie correlate