Wolfsberger Milan 0-5 – Tutto facile con Adli e Leao

I più letti

WOLFSBERGER (3-4-1-2): Gütlbauer; Lochoshvili, Baumgartner, Novak; Veratschnig, Omic, Leitgeb, Scherzer; Boakye; Vizinger, Vergos.
A disposizione: Bonmann, Skubl; Gugganig, Jasic, Piesinger, Schifferl; Anzolin, Ballo, Kerschbaumer, Müller, Taferner; Baribo, Röcher, Tauchhammer. Allenatore: Dutt.

Arbitro: Spurny.

MILAN (4-2-3-1): Maignan 61′; Calabria 61′, Kalulu 77′, Tomori, Theo Hernandez 61′; Bennacer 61′, Krunic 61′; Saelemaekers 77′, Adli 61′, Leao 46′; Rebic 61′. A disposizione: Tatarusanu 61′, Mirante, Ballo-Tourè 61′, Tonali 61′, Diaz 61′, Bakayoko 61′, Lazetic 61′, Florenzi 61′, Messias 46′, Gabbia 61′, Brescianini, Coubis 77′, Gala 77′. Allenatore: Pioli.

 

Reti: Leao 39′, Rebic 42′, Messias 57′, Adli 60′, Gabbia 65′.

 

LEGGI QUI– DE KETELAERE: L’OFFERTA DEL MILAN AL BRUGES

Termina sul risultato di 0-5 l’amichevole di pre-campionato tra Wolfsberger e Milan con gli uomini di Pioli che si sono imposti rotondamente sugli austriaci per l’arco dei 90′.

Oggi il Milan ha saputo muoversi di squadra aggredendo l’avversario fin dai primi metri, effettuando un pressing asfissiante sui portatori di palla più arretrati del Wolsfberger specialmente nei primi minuti di gara, quelli in cui normalmente le squadre si studiano. Il Milan è apparso in gestione sulla gara per l’intero match, toccando il 68% di possesso palla e trovando rari, o meglio rarissimi, tentativi avversari nella propria metà campo. Questo è un Milan che vince e convince, che attacca a pieno organico, con schemi di gioco e geometrie ordinate, che offende e che trova la porta del portiere Gutlbauer, che fa della coralità e della generosità un punto di forza, tra sovrapposizioni e passaggi rapidi contro un avversario che doveva essere avanti nella condizione fisica, avendo già incominciato con le sfide di campionato, ma così non è stato.

Il palcoscenico se lo sono preso due giocatori in particolare, note liete: il primo, Rafael Leao, indomabile, incontrollabile, inarrestabile ed un altro paio di termini che incominciano con “in” sulla fascia di sinistra. Non solo sfuggito alla marcatura del diretto avversario, ha obbligato gli austriaci a raddoppiare e triplicarlo, ma ad ogni accelerazione non c’è stata storia, è arrivato un gol prima addormentando la sfera con un controllo complicatissimo, poi sorprendendo il portiere avversario con un tocco sotto. Insomma, alla prima da titolare è ripartito da dove aveva finito nella scorsa stagione di Serie A, nominato Mvp.

L’altro, non un lampo ma illuminante con le sue giocate di fino e la sua visione di gioco, ricercando i compagni con palloni raffinati ed intelligenti, è stato Yacine Adli, notizia entusiasmante per i tifosi rossoneri. Non ha dimostrato di essere un numero 10, non altro, sola,ente contribuendo con un gol in ribattuta e con un passaggio per il tap-in di Rebic, ma ha chiesto continuamente palla per indirizzare le sorti della gara, muovendosi frequentemente.

Positiva la gara di Rebic, punto di riferimento in avanti ma spesso obbligato alla sponda più indietro, ha poi saputo muoversi bene dentro l’area di rigore, ma anche di Theo Hernandez sempre molto propositivo nella metà campo offensiva con le solite discese ad infiammare la fascia, ha poi regalato un cioccolatino da scartare a Messias a pochi centimetri dalla rete. Molto bene anche Pierre Kalulu con gli anticipi sugli attaccanti avversari già visti e rivisti nella scorsa stagione, semplificando il destino del reparto arretrato. Ottima prestazione da parte di Calabria, leader e capitano, spesso a tagliare con inserimenti dentro il campo o, comunque, profondamente, ricordiamo da parte sua un lancio illuminante per il sigillo alla partita di Leao.

Tra i subentrati è apparso molto volenteroso Sandro Tonali, rincorrendo convinto gli avversari di pura voglia, bene Messias come Gabbia che ha ribadito in rete di testa lo 0-5.

Infine, non ci sono state prove particolarmente negative, questa volta davvero il risultato parla da sé: dopo un lungo stop, ai nastri di partenza per il campionato, il Milan è in crescendo, evidentemente.

 

photocredits: acmilan.com

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate