T. Weah cita il padre e ricorda: “La Juve è una delle sue squadre preferite…”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Weah è un giocatore della Juve e cita il padre George: “Ciao a tutti, belli e brutti”

Poche parole, ma particolarmente evocative: Timothy Weah si presenta alla Juve con la frase che riporta alla mente il papà George. Per farlo, torniamo al passato, quando nel suo periodo trascorso al Milan (nonostante l’affetto mai nascosto per la Juve) Weah, il Re Leone, ha vissuto anni magici. Tra il 1995 e il 2000, in rossonero ha infatti sfiorato le 150 presenze, condite da 58 centri e 37 assist, vincendo anche un Pallone d’Oro. Tra le tante rilasciate in quegli anni, è diventata iconica l’intervista della stagione ’98-’99 con la storica voce del Milan e nostro amico Carlo Pellegatti, nella quale aveva dichiarato: “Ho dormito bene? Sì, ho dormito bene. Ma innanzitutto io volevo salutare tutti: ciao a tutti, belli e brutti. La vita è così, ci sono i belli e i brutti”.

ULTIME NOTIZIE – CALABRIA: “CURVA SUD TROPPO SUPERIORE. VORREI APPROFONDIRE, NON HO MAI CAPITO…”

Di padre in figlio

Oggi, giorno dell’annuncio ufficiale di Timothy Weah alla Juve, la società ha voluto simpaticamente riprendere quelle dichiarazioni. Infatti, nel video di presentazione sui canali social della Juventus, compare il giocatore ex Lille che dice: “Ciao a tutti, belli e brutti. Sono Tim, sono felice di essere bianconero e spero di vedervi presto. Non vedo l’ora di giocare per voi e di vincere insieme. Vi voglio bene e a presto”.

Poi, ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali del club parlando anche del periodo vissuto al Milan dal padre George. Queste le sue dichiarazioni riportate da MilanNews.it: “Il periodo di mio padre al Milan fa parte della storia della nostra famiglia, ed è stato un momento molto importante. Ora suo figlio ha la possibilità di giocare in Serie A e di giocare in uno dei migliori club. È meraviglioso, la Juventus è una delle sue squadre preferite, è un grande tifoso della Juve. Ha facilitato la mia scelta”.

Così disse George

Poco più di una settimana fa, quando il nome di Timothy era già su diverse testate che l’accostavano alla Juve, Goerge Weah aveva parlato così a La Gazzetta dello Sport:

“Sta giocando con la nazionale americana che ha battuto il Messico. Sono molto orgoglioso di lui, siamo tutti orgogliosi in famiglia, compreso George Junior che ha dovuto abbandonare l’attività per i troppi problemi al ginocchio. Timothy si sta guardando intorno: vediamo, sta parlando con alcuni club. È ancora giovane e troverà la sua strada nel calcio europeo. Ma anche qui ci sono tanti calciatori di qualità e vorrei spingere gli osservatori a venire in Liberia, invece di fermarsi sempre e soltanto in Costa d’Avorio o Nigeria o Camerun. Qui c’è tanto talento, ma non arrivano gli agenti e gli scopritori. Io sono andato in Camerun, poi in Francia, poi in Italia e ho fatto carriera. Adesso Gono, uno dei nostri ragazzi, ha firmato con l’Udinese, magari questo contratto aprirà la strada ad altri talenti. Magari collegando meglio la Liberia con il resto del mondo anche trovare una vetrina nel calcio sarà più facile”.

NEWS MILAN – “SONO FORTUNATO, A VOLTE NON PARLO…”: ECCO LA PRIMA CANZONE IN ITALIANO DI LEAO!

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

weah juve

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate