ESCLUSIVA – Virdis: “Chi il Virdis di domenica? Spero Messias. Per Kessié sono per la tribuna fino alla fine”.

DiGiacomo Todisco

Mar 3, 2022

L’ex calciatore rossonero Pietro Paolo Virdis è stato oggi ospite al nostro consueto appuntamento con il Talk. Con lui abbiamo parlato del momento e della stagione del Milan.

Su Napoli-Milan: “Molto bello che ci siano 3 squadre che si contendono un titolo, dopo anni. E’ un bellissimo campionato, ma siamo ancora lontani. Infatti non può essere una gara decisiva, ma è sicuramente una prova di forza che mostrerà come sono le due situazioni. Sono due squadre molto forti”.

Ripartiresti dal Milan che è sembrato in ripresa contro l’Inter? “Devo dire che Pioli ha messo in campo benissimo la squadra. Gli spauracchi interisti sono stati controllati molto bene, non sono stati pericolosi come in altre occasioni. Noi, invece, con le ripartenze lo siamo stati molto. Ai punti meritavamo la vittoria. Non so con il Napoli che tipo di formazione metterà in campo Pioli, come per esempio nei 3 dietro la punta. Mi piacerebbe vedere Messias, perché saremmo più pericolosi e loro dovrebbero stare più attenti. Oppure potrebbe mettere un centrocampista dimostrandosi più prudente, non lo so. Dipenderà dalla condizione degli uomini a disposizione, non sono a Milanello quindi questo non lo so (ride, ndr)”.

A quale vino paragoneresti questo Milan, dato che hai un locale a Milano dove ce n’è dell’ottimo? “Il Milan di questi due anni è una sorpresa. Quindi un vino che magari non conosci e che improvvisamente ti stupisce. Per esempio mi piacerebbe paragonarlo a un vino sardo o ad un Timorasso piemontese, che non tutti conoscono nella zona del tortonese: è quel vino che ti meraviglia. Credo che il Milan abbia dimostrato in questi anni, con la bravura di società, dirigenti e allenatore, che si può fare un ottimo calcio anche non avendo a disposizione grandi capitali”.

Su Kessié: “Lo vedo schierato lì da trequartista… Pioli mi sembra lo stia levando dal centrocampo per il momento in cui non ci sarà più. E’ logico che da tifoso sono i*******o per questi movimenti dettati dai procuratori che, improvvisamente, portano via i giocatori (e quindi capitali) alle società. Mi viene da pensare a ciò che fece Cellino con quel portiere che non volle rinnovare il contratto: lo fece accomodare in tribuna per tutto il campionato. Io son di quell’idea, poi so che Pioli deve gestire il campionato stupendo che sta facendo, e ha bisogno di tutti gli uomini”.

Infine, chi sarà il Virdis di domenica? Chi farà doppietta come facesti tu a Napoli? “Mi piacerebbe che fosse Messias. Magari non dall’inizio, perché vedo che subentrando può decidere. Un uomo arrivato a quei livelli a 30 anni sarebbe bellissimo decidesse questa partita. Speriamo”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan