Vieri: “Miracoli su miracoli! Milan, qui ti manca qualcosa”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

“Miracoli su miracoli”: Vieri inquadra i problemi del Milan e gioca la prima sfida scudetto della stagione, Juventus-Inter

Al giro di boa della pausa Nazionali, la Gazzetta dello Sport ha intervistato Bobo Vieri: oltre a Juventus-Inter, l’ex attaccante rossonero tra le altre ha parlato dei problemi di Milan e Napoli. I problemi delle due contendenti allo scudetto per l’ex centravanti sono di natura diversa, tra i gol che stentano ad arrivare ed una serie di scelte sbagliate. Di seguito, alcuni stralci dell’intervista di Bobo Vieri su Juventus, Inter, Milan e Napoli.

Derby d’Italia

Al ritorno dalla sosta, Juventus e Inter si sfideranno in quello che è il primo scontro scudetto della stagione, anche se i punti in palio sono 3 come in tutte le altre partite. Come vede la partita Bobo Vieri?

JUVENTUS-INTER: «Io penso sempre positivo. Se vince, l’Inter va a +5; se vince la Juve, va in testa da sola: se non cerchi di vincere una partita così, quale? E se due squadre provano a vincere, è difficile che alla fine la partita sia brutta. Classifica giusta ad oggi? No: l’Inter sta giocando un gran calcio, partite bellissime e l’anomalia sta nei punti persi con Sassuolo e Bologna: aggiungiamone almeno due e il divario diventa più realistico. Però la Juventus non molla niente, e stare addosso a questa Inter non è facile: Juventus compatta, calcio compatto. Per me Inter, Milan e Juventus sono obbligate a vincere, ma anche a giocare bene: hanno un dovere in più. Vorrei vedere una Juventus che gioca meglio, che al 95’ ha sette suoi giocatori nell’area avversaria che provano a calciare in porta. Perché può farlo e lo ha fatto».

“THEO ALLA TONALI”: IL QUOTIDIANO LANCIA LA PROVOCAZIONE AL MILAN

Vieri e i problemi di Milan e Napoli

Dopo aver abbondantemente affrontato il tema Juventus-Inter, Bobo Vieri ha parlato anche di Milan e Napoli, le altre contendenti allo scudetto ma al momento più lontane in classifica rispetto alle prime due. Cosa sta mancando ai rossoneri in questa prima parte di stagione? Cos’è successo al Napoli con Rudi Garcia? E Mazzarri?

SCUDETTO E MILAN: «È presto, mancano 26 partite. Però oggi sì, dico loro due: ma più perché Milan e soprattutto Napoli, che sarebbe forte come loro, hanno problemi. Per quanto riguarda il Milan, a vederlo contro il Psg sembrava che i problemi li avessero i francesi… Però gli manca qualcosa davanti: il peso del gol è troppo su Leao e Giroud, che sta facendo miracoli su miracoli su miracoli. L’Inter e la Juventus hanno quattro punte che possono segnare, il Milan no».

NAPOLI: «Le posso dire le tre domande che mi sono fatto. La sua filosofia calcistica non è troppo diversa da quella di Spalletti? Se arrivi ad allenare una squadra quasi perfetta, pronta, non è meglio cambiare il meno possibile? Rispondo più sì che no, anche se ogni allenatore vuole metterci del suo: però se non ce lo metti subito, non casca il mondo. E intanto magari vinci qualche partita in più. Perché levare Osimhen e Kvara in momenti decisivi di partite da vincere per forza? O me lo chiedono loro, o io non li tolgo mai: con loro, soprattutto Osimhen, parti quasi sempre da 1-0. Sono curioso di vedere Mazzarri. Giocherà a tre? Non credo: farà 4-3-3, Kvara e Osimhen non li toglierà mai e il Napoli farà bene, arriverà in Champions».

VIERI: “50 E’ SOLO UN NUMERO! IO, LE DISCOTECHE, RONALDO E I RIMPIANTI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate