Verona-Milan, cambi last-minute per Pioli: Okafor non è l’unica sorpresa

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Cambia a sorpresa la formazione del Milan in campo oggi a Verona (ore 15): Noah Okafor torna a fare il 9, dietro attese sorprese

Tre attaccanti diversi per il Milan in una settimana: con l’Empoli il 9 era Jovic, a Praga era Giroud, oggi a Verona sarà Noah Okafor. E’ questo il grande cambiamento last-minute di Stefano Pioli nella probabile formazione rossonera. Dopo aver proposto lo svizzero da punta nella trasferta di Cagliari (era il 27 settembre), l’allenatore del Milan prova così a mischiare le carte prima di scendere in campo contro l’Hellas Verona di Marco Baroni. Ma non è l’unica sorpresa.

L’undici rossonero

In porta, come vi abbiamo raccontato ieri, torna Mike Maignan: sta bene e a meno di scelte super-conservative dell’ultimo minuto difenderà i pali della squadra. L’altra sorpresa di giornata potrebbe arrivare in difesa: secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, insieme a Fikayo Tomori potrebbe giocare uno tra Gabbia, Thiaw e Kalulu. Il secondo ricomporrebbe la coppia “titolare” di inizio stagione (e della scorsa), l’ultimo quella dello sprint scudetto della primavera 2022. Torna la coppia titolare sulla carta anche a centrocampo, con Reijnders e Bennacer favoriti su Musah e Adli. Davanti, dietro a Noah Okafor, il Milan proverà a mettere in difficoltà il Verona con i suoi intoccabili: Pulisic, Leao, Loftus-Cheek.

Ultime news

Notizie correlate