Udinese – Lazio, Marino sbotta: “Dopo le parole dell’intervallo, direzione a senso unico”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Nel posticipo della domenica, la Lazio ha guadagnato tre punti fondamentali contro l’Udinese per la corsa alla qualificazione Champions League. Il DT bianconero Pierpaolo Marino è intervenuto a DAZN nel post partita per parlare anche delle decisioni arbitrali particolarmente controverse. Non solo il rigore decisivo di Immobile, però: anche quanto accaduto dietro le quinte tra un tempo e l’altro.

ULTIME NOTIZIE MILAN – (FOTO) DONNARUMMA NON TROVA CONTINUITÀ, ALTRO ERRORE COTNRO L’AUXERRE

Queste le parole di Marino nel post Udinese – Lazio: “Volevo dire una cosa: accadono le solite cose. Nell’intervallo gli staff, che credono di poter dire una parola più degli altri e non dovrebbero nemmeno proferirla, si rivolgono al direttore di gara. Quest’ultimo dovrebbe procedere con le espulsioni di rito e invece restano tutti in panchina tra i diverbi. E infatti nel secondo tempo devo dire che la direzione arbitrale è andata in un senso unico. E poi si arriva al rigore che purtroppo decide la partita e ingiustamente la decide a nostro danno”.

Poi, Marino entra nello specifico: “Nell’intervallo l’arbitro è andato verso lo spogliatoio della Lazio e cercava di discutere con gente che lo criticava apertamente. E sappiamo che gli staff che vanno in panchina vanno a tentare di condizionare l’arbitro attraverso cose che a volte avvengono anche quando l’arbitro è già nel sottopassaggio.  È diventata un’abitudine veramente becera. Questa cosa non mi è piaciuta e mi rimane l’impressione che abbia finito per condizionare, l’ho detto anche a Pairetto. Naturalmente in modi corretti, come è mio solito fare. Qualcosa nell’equilibrio è cambiato: alla fine era sempre dato alla Lazio… A Udine i fischi clamorosi non si sentono mai, oggi sì. Ci auguriamo che ciò non accada più, né a noi né agli altri. Ai tempi del VAR è inammissibile”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

marino udinese lazio

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate