ESCLUSIVA, Turci: “Nessuno scollamento, l’ha dimostrato il Milan!”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Problema infortuni, nervosismi e prestazione contro il Napoli: Turci parla del momento del Milan a Radio Rossonera

In seguito al pareggio scaturito a Napoli tra gli azzurri e il Milan, ai nostri microfoni abbiamo avuto in esclusiva Tommaso Turci, giornalista di DAZN: Spesso a bordocampo per captare segreti e curiosità dalle panchine di Serie A, abbiamo provato con lui ad analizzare la particolare settimana che ha coinvolto i rossoneri e i suoi giocatori. Ospite live durante la puntata di Lunch Press di oggi (dal lunedì al giovedì alle ore 13), ha dato una sua personale analisi. Di seguito la nostra intervista a Turci (in versione integrale sul canale Youtube di Radio Rossonera).

“PIOLI NON BASTA! TUTTO NORMALE?”: PADOVAN POST NAPOLI-MILAN

Il match

Che partita hai visto ieri sera?

“Dopo che hai giocato un primo tempo del genere e costruito così tante palle gol, lascia per forza di cose l’amaro in bocca al Milan, che dovrà riflettere sulla continuità che sta mancando per tutto il corso dei 90′, anche nel proporre un certo tipo di prestazione. L’impressione, dopo una settimana così complicata dove si è parlato anche troppo delle prestazioni di alcuni singoli, è che riuscire a proporre un bel calcio di fronte ai campioni d’Italia e poi fare un secondo tempo del genere, rinunciatario, debba fare riflettere. Se devo trovare una pecca di questo Milan di inizio stagione tra le tante cose positive che secondo me ci sono, è questa malizia che deve avere nella gara. Quella malizia positiva,  capire i momenti della partita. Quando stai dominando il gioco non devi fare in modo che gli avversari possano riaprire la gara: questo è quel che ho visto ieri”.

ESCLUSIVA, TURCI: “ROMA-MILAN DA BORDOCAMPO: IL GOL DI LEAO E LA DISCUSSIONE PIOLI-THEO”

Tra infortuni e “isterismi”

Tu che sei uomo di bordocampo e che tante volte hai visto allenatori e giocatori da vicino, nel periodo recente ti è sembrato di vedere uno scollamento del gruppo?

“Non penso. Credo ci sia grande rispetto del lavoro che fanno allenatore e staff tecnico. Sono anche situazioni da campo, emozioni che si fa fatica a gestire. Ed è evitabile, pensiamo a quante cose noi non vediamo e che magari succedono a Milanello. Ci sono confronti accesi per migliorare e per crescere, è giusto che sia così. Quando con questi isterismi, per così dire, lasci andare i tuoi sentimenti di fronte alle telecamere, c’è una risonanza diversa. Ma io francamente non credo ci sia uno scollamento, altrimenti il Milan non avrebbe mai giocato così e avuto un approccio del genere contro una squadra comunque forte come il Napoli e dopo una settimana del genere. Chiaramente i nodi vengono al pettine quando non arrivano i risultati e la vittoria maschera un po’ tutto, ma penso tutti credano nel lavoro dell’allenatore”.

Tanti infortuni muscolari e troppi cartellini: sono una spia di qualcosa?

“Sono due cose un po’ differenti, secondo me. Ma sono un campanello d’allarme. Il discorso infortuni è abbastanza singolare: Pioli ha detto spesso che si gioca troppo, lo ripete in diverse interviste. Quasi a voler sottolineare che se vuoi mantenere un certo tipo di intensità e un certo tipo di ritmo nelle partite, specie contro le grandi, non puoi permetterti di avere calciatori che hanno giocato un paio di giorni prima agli stessi ritmi. Le inglesi? Bella domanda (ride, ndr). C’è sicuramente una storia clinica e un ritmo che alcuni non riescono a sostenere”.

“MALESSERE DI SPOGLIATOIO”: REPUBBLICA E IL DESTINO DEL MILAN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

turci napoli milan

Ultime news

Notizie correlate