Milan, Trevisani sconcertato: “Non ci state con la testa” Poi difende Pioli

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Prosegue l’infinita diatriba sulla valutazione della stagione del Milan e di Stefano Pioli: Trevisani non ci sta e mette in evidenza un fatto

I tifosi del Milan non sono affatto soddisfatti della stagione che si sta concludendo: Riccardo Trevisani contesta un’affermazione e difende il secondo posto di Stefano Pioli. Il Milan sta cercando un nuovo allenatore, con Thiago Motta che è un’ipotesi da non scartare, Trevisani però pretende che si saluti al meglio Pioli e analizza la stagione rossonera.

“Il Milan di Pioli viene dal niente”

Trevisani intervenuto nel format di Cronache di Spogliatoio che lo vede protagonista “Fontana di Trevi“, non si spiega come i tifosi del Milan possano “sputare” su questo secondo posto. Il giornalista ricorda gli anni pre Pioli:

“Dobbiamo anche spiegarla questa cosa, perché va di moda parlare del 5-0-5. ma dopo che Allegri è riuscito a perdere lo Scudetto nel 2011/2012 il Milan è precipitato in uno strapiombo, giocava con Constant, con tutto il rispetto. Era un periodo di grande crisi, di giocatori, di allenatori modesti. Il Milan di Pioli viene dal niente ed è costruito dal niente, quello di Ancelotti arrivava da un quindicennio di successi. Ora si chiuderà con un quasi niente, ma quel quasi rappresenta comunque un secondo posto. Che oggi il tifoso ci sputi sopra a me non sta bene. La Champions si poteva fare meglio, è vero, ma sei uscito a causa dell’arbitro e di Giroud e Maignan che hanno fatto malissimo contro il Dortmund. Sei uscito con la Roma di De Rossi che ha fatto meno punti solo di Inter e Bologna. In Coppa Italia sei uscito contro l’Atalanta. Ho sentito uno dire ‘Peggior stagione degli ultimi 15 anni’, ma non ci state con la testa, azionate le sinapsi. Con tutte le difficoltà del mondo, il Milan è secondo.”

Ultime news

Notizie correlate