Milan, Trevisani: “Non scrivetemi per Chukwueze, Okafor di un altro livello”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Trevisani analizza le due riserve del Milan, Noah Okafor e Samuel Chukwueze: nessun passo indietro sull’ex Villarreal

Riccardo Trevisani si è espresso sui due nuovi rinforzi del Milan: Noah Okafor e Samuel Chukwueze. Il telecronista è intervenuto, come di consueto, nel format di Cronache di Spogliatoio, Fontana di Trevi. Verona Milan è stata analizzata a fondo e nello specifico Trevisani si è arrabbiato molto per il trattamento riservato a Theo Hernandez.

Okafor sì, Chukwueze troppo poco

Trevisani vede Okafor come seconda punta e lo preferisce a Chukwueze: “Quando è arrivato io non pensavo fosse il vice di Leao, ma il vice Giroud con Jovic una ruota di scorta-scorta. Per me Okafor è un attaccante, un attaccante che giocherebbe meglio in una squadra che gioca a due punte, con un attaccante vicino per me è fortissimo. E continuo a pensare che il giocatore da 30 milioni di euro che ha comprato il Milan quest’estate sia lui e non Chukwueze, al netto del gol carino che ha fatto contro l’Hellas Verona”.

L’ex Villarreal non convince affatto Trevisani, i suoi numeri parlano chiaro: “Mi hanno scritto in circa 200 persone, ma riuscire a scrivere a uno che ti ha detto che avrebbe fatto 5 gol e 5 assist e che non vale 30 milioni quando ha fatto il primo gol il 15 di marzo… secondo me hai la faccia con la riga in mezzo… e abbastanza morbidosa”.

Ultime news

Notizie correlate