Padovan: “Pioli autolesionista, Origi non è da Milan”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un editoriale su calciomercato.com, il giornalista Giancarlo Padovan ha analizzato la sconfitta del Milan a Torino.

“Perde il Milan, vincono in due: il Torino (2-1), al secondo, identico successo consecutivo dopo il sacco di Udine, e il Napoli che adesso ha sei punti di vantaggio sui rossoneri e cinque sull’Atalanta sua prossima avversaria a Bergamo. Forse non è la svolta del campionato, ma una fuga che consente agli uomini di Spalletti, oltre che di guardare tutti dall’alto in basso, anche di gestire qualche partita senza l’impellenza della vittoria. Oppure – e questo è più probabile – di fare l’ennesimo pieno di entusiasmo per staccare definitivamente tutti, quando il campionato è poco oltre il primo terzo […] Anche per il Milan è la seconda e ingiustificata decisione arbitrale a favore: a Empoli la squadra lucrò su una rimessa in gioco battuta da Tonali dieci metri più avanti (e Rocchi riconobbe, a bocce ferme, l’errore), in questo caso Abisso, mal assistito dal Var, ha considerato lecito un intervento da fischiare assolutamente. Poco male per la regolarità della gara.”

LEGGI QUI ANCHE   -DIAVOLO, CHE TORO: LE PRIME PAGINE DI OGGI (31/10)-

“Il Milan ha lasciato tre punti per demerito proprio e, secondo me, anche per almeno un paio di autolesioniostiche decisioni di Stefano Pioli. Perché è vero che Leao, dopo i due gol clamorosamente mancati, ha inanellato una serie di tiri pateticamente storti o alti, ma è altrettanto vero che la sua presenza, magari dopo una rinfrancante attestazione di fiducia da parte del tecnico, avrebbe potuto assicurare quel cambio di passo sull’esterno che nessuno ha cercato di dare. Rebic, che ha solo messo un cross pericoloso cinque minuti dopo il suo ingresso in campo, non è Leao. Come Origi, partito dal primo minuto, non è Giroud. Né Dest vale Kalulu. Anche se, per quest’ultimo, la sostituzione è avvenuta per via di un’ammonizione che sarebbe pesata. Ha deluso ancora una volta De Ketelaere, sempre alla ricerca di un colpo o di una giocata che lo rianimino. Il belga è ancora un pesce fuor d’acqua e averlo messo dentro, al posto di Brahim Diaz, non mi è sembrata un’operazione sensata. Primo, perché le condizioni erano oggettivamente difficili per un calciatore che non è ancora se stesso. Secondo, perché Brahin Diaz aveva servito i due assist da trasformare in gol per Leao. Insomma, sempre e solo per come l’ho vista, PIoli ha sbagliato almeno due cambi (Leao e Diaz sostituiti da Rebic e De Ketelaere) e la scelta iniziale di Origi. Ora è vero che Giroud non può giocarle tutte, ma Origi non è all’altezza del Milan. Forse, e dico forse, lo era. Ora non più.”

LEGGI QUI ANCHE   -PIOLI A DAZN DOPO TORINO-MILAN: “UNA SCONFITTA CHE FA MALE”-

Padovan chiude: “Il Torino non ha vinto per caso. Perché ha segnato quando comunque era in crescita e perché, nella ripresa, si è difeso con ordine e determinazione, senza mai correre rischi. Il gol – come detto – era da annullare e poco altro il Milan ha combinato per meritare il pareggio. Juric, naturalmente espulso per proteste in occasione del gol segnato da Messias, ha preparato una gara giudiziosa. Uomo su uomo come sempre, ma con minore propensione allo squilibrio quando i suoi perdevano palla […] Il Milan, oltre ai gol sbagliati all’inizio, ha un’altra grande colpa. Quella di non avere creato un’azione degna in quasi trenta minuti, cioè il tempo intercorso dal gol di Messias (67’) al recupero completo (96’). No, sconfitta brutta e non prevista. Un colpo a vuoto sconosciuto in trasferta da diciassette partite. Il Napoli saluta e, per ora, ringrazia.”

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Giancarlo Padovan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate