Torino-Milan, Di Stefano: “Formazione rivoluzionata, Pioli ha parlato con i big”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Rivoluzione pressochè totale per Stefano Pioli in vista della sfida tra Torino e Milan: le ulime con Peppe Di Stefano

Come anticipato in conferenza stampa (leggila qui), Stefano Pioli vorrebbe lasciare spazio a tutti i suoi giocatori in questi ultimi 180 minuti della stagione. In occasione della sfida tra Milan e Torino, l’allenatore pensa a una formazione pesantemente rivoluzionata, con l’idea di schierare tutti i big nell’ultima gara stagionale a San Siro. Di questo e di alcuni altri temi ha parlato Peppe Di Stefano in un collegamento da Milanello sulle frequenze di Sky Sport.

“Fonseca subordinato da ciò che lui dirà al Marsiglia”

“Siamo quasi alla chiusura del cerchio anche per Stefano Pioli, per la sue esperienza al Milan, anche se non è ancora arrivata l’ufficialità. A dire il vero non è stato convocato dai dirigenti ma anche lui legge i giornali e sa bene che probabilmente, anzi senza probabilmente, il suo futuro non sarà più rossonero. Vi abbiamo parlato di Fonseca e continueremo a parlarne. Ovviamente, un sì a Fonseca subordinato a ciò che lui dirà al Marsiglia, che da quel che sappiamo contatterà già dalla prossima settimana”.

“Perchè non giocano alcuni big?”

“Il Milan che vedremo domani, l’ultimo Milan in trasferta della stagione, sarà rivoluzionato. Salterà la partita anche Theo Hernandez, colpito da un attacco influenzale. Esordio dunque per Terracciano, con Kalulu a destra, al centro la coppia Tomori e Thiaw e in porta Sportiello. In mezzo al campo Musah insieme a Reijnders e Bennacer. In attacco ci saranno Pulisic a destra, Okafor a sinistra e Jovic in mezzo. Perchè non giocano alcuni big? Perchè Pioli ha parlato un po’ con tutti loro e gli ha chiesto di pazientare. I vari Theo, Giroud, Leao hanno giocato tanto e avranno anche gli Europei. Loro giocheranno l’ultima di campionato con la Salernitana, che con ogni probabilità si giocherà venerdì. Poi di conseguenza ci sarà il saluto soprattutto a Giroud e Kjaer e anche il saluto di Stefano Pioli, al netto di ciò che accadrà nella prossima settimana”.

Ultime news

Notizie correlate