“Stop stipendio e causa al Milan”: Tonali, la mossa del Newcastle

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Novità importante nel caos scommesse-Tonali: il Newcastle potrebbe minacciare un’azione legale multimilionaria contro il Milan

Si infittisce la trama del caos scommesse, soprattutto per quanto riguarda il triangolo composto dal Milan, dal Newcastle e da Sandro Tonali. La novità arrivata in mattinata è legata alla squalifica che arriverà nei prossimi giorni dalla FIGC e dal fatto che i Magpies potrebbero intentare un’azione legale molto pesante nei confronti del club di via Aldo Rossi. Diversi giorni fa, avevamo parlato di questa ipotesi con l’avvocato Emiliano Cardenà, esperto di diritto sportivo dello studio La Scala.

CRISCITIELLO: “FIGC CLASSICO CIRCO, TONALI E FAGIOLI BARZELLETTA”

Tonali, il Newcastle fa causa al Milan?

A lanciare l’allarme per il Milan è il Corriere dello Sport in edicola questa mattina, in un focus sul caso scommesse. Nella giornata di ieri, racconta il quotidiano, “il patteggiamento di Sandro Tonali ha subito un piccolo rallentamento a causa di un atteggiamento tutt’altro che conciliatorio del Newcastle: gli inglesi avrebbero infatti minacciato una causa multimilionaria nei confronti del Milan quando scatterà l’inibizione (certa), ribadendo come al ragazzo verrà sospeso lo stipendio (8 milioni) già dal primo giorno di stop“. Quello che in casa Milan non si pensava (e non si voleva) accadesse potrebbe diventare presto realtà nel caso in cui il Newcastle intenti una causa legale contro il club di via Aldo Rossi.

Per il quotidiano c’è un altro problema ed è legato al fatto che, ovviamente, i 10 mesi di squalifica sui quali la FIGC e i legali di Sandro Tonali si sono accordati dopo il caos scommesse verranno estesi anche in ambito internazionale. Il CorSport insiste sul fatto che “va trovata la quadra con Premier e Federcalcio inglese (FA), le regole differenti non aiutano e bisogna fare in fretta anche perché ogni partita che Tonali gioca da reo confesso, o peggio ancora da squalificato, mina la credibilità del sistema“.

“SCOMMESSE CON TANTI DI SERIE A”: RIVELAZIONE SHOCK DELL’EX PORTIERE

Il parere dell’avvocato Cardenà

Pochi giorni fa, ai microfoni del nostro TALK (in diretta su Youtube dalle 16 alle 17 dal lunedì al giovedì), l’avvocato Emiliano Cardenà dello studio legale La Scala ci ha aiutato a fare luce sulla spinosa situazione che ha come protagonisti Milan, Newcastle e Sandro Tonali dopo il coinvolgimento di quest’ultimo nel caos scommesse.

Questione Tonali: sono a rischio gli accordi con il Newcastle? Eventuali bonus come verrebbero gestiti? Ci sarebbe delle basi legali per la quali il Newcastle potrebbe chiedere una qualche revisione dell’accordo?

“Questo è un tema più complesso, che riguarda non esclusivamente le norme di diritto sportivo. Non è consentito il tesseramento contemporaneo con più società. Tonali è stato chiuso a titolo definitivo, dovrebbe essere stato tesserato con la federazione inglese e sarebbe lui stesso, nel momento in cui subisce una squalifica, a risponderne. Secondo me l’unico rischio che si potrebbe configurare è se il Newcastle dovesse dimostrare che il Milan fosse a conoscenza di un fatto del genere e che l’avesse omesso nella compravendita a titolo di informazione della controparte. Il rapporto col Milan oggi è risolto, e quello dei rossoneri col Newcastle è un rapporto indiretto, ma ripeto che per me l’unica forma è dimostrare la conoscenza dell’evento e di non averla impedita”.

“SIETE CO*****I, GATTI, CRICETI…”: SCOMMESSE, ATTACCO DIRETTO DELL’EX DI CANIO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

scommesse tonali milan newcastle causa

Ultime news

Notizie correlate