Tonali si apre: “Ho sbagliato, ma sono fortunato” L’aneddoto in fabbrica

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Tonali racconta il percorso di recupero dopo la squalifica: un giorno ha capito di essere fortunato a non aver perso nulla

Sandro Tonali torna a parlare dopo il lungo periodo di assenza dovuto alla squalifica per il “caso scommesse”. Il centrocampista del Newcastle, arrivato in Inghilterra in estate dal Milan, è stato squalificato per 10 mesi. Tonali potrà tornare ufficialmente in campo a partire dal 27 agosto, motivo per cui salterà l’europeo con l’Italia di Spalletti.

La crescita di Tonali

Sandro Tonali ha partecipato ad un incontro alla scuola Salvemini di Bari, organizzato dalla FIGC per il recupero dalla ludopatia. Parte del suo intervento è stato riportato da SportMediaset: Magari tra voi c’è qualcuno che scommette e non lo dice, perché spesso ci si chiude in se stessi. Quando però giochi e hai uno stipendio alto avere a che fare con il gioco d’azzardo è un rischio dietro l’angolo. Io mi sono nascosto e ho sbagliato“. 

Poi racconta un aneddoto: “Di recente sono stato in una fabbrica, ho potuto riflettere su quanti lavorano una decina di ore al giorno pur di portare a casa uno stipendio. Ho capito tante cose preziose. Una su tutte: se un operaio perdesse il posto di lavoro, ne pagherebbe le conseguenze tutta la sua famiglia. Ebbene, anche per questo mi ritengo fortunato. Ho sbagliato, ma non ho perso nulla“.

Ultime news

Notizie correlate