Tonali: “Con Bennacer è tutto più facile! Leao la sta vivendo serenamente”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Sandro Tonali ha rilasciato una lunga intervista direttamente dal ritiro a Dubai, dove si trova il Milan in preparazione della ripartenza della Serie A a gennaio. Milan TV e la Gazzetta dello Sport hanno riportato le parole del numero 8 rossonero Tonali.

Tonali, arriva da qui la spinta per agganciare il Napoli?
“Se ci crediamo? Mi chiedo semmai il contrario: perché non dovremmo farlo. Siamo fiduciosi per due motivi. Primo, perché non si sono ancora giocate oltre la metà delle partite, ci sono tantissimi punti a disposizione. Secondo, perché questo Milan è davvero forte”.

Più forte dell’anno scorso?
“Di certo con più esperienza. È vero che abbiamo lasciato punti per strada, ci sono state partite di cui non siamo pienamente soddisfatti. Ed è un errore che non vogliamo ripetere. L’obiettivo è provare a vincerle tutte, abbiamo le qualità per farlo”.

Oltre le qualità c’è un segreto per riuscirci?
“Restando uniti. Così abbiamo vinto lo scudetto della scorsa stagione, tutti, da noi giocatori a chi lavorava negli uffici di Casa Milan, hanno remato nella stessa direzione. Oggi stiamo bene, siamo quasi rientrati tutti a disposizione. C’è uno spirito Milan che può essere contagioso: io almeno lo sento, lo avverto. E come funziona con me, credo funzioni per tutti. Con gli altri rientri dei nazionali e i recuperi dagli infortuni saremo ancora più competitivi. Ibrahimovic sarà il valore aggiunto quando sarà pronto per tornare, è il solito campione. Ma abbiamo tanti giocatori di alto livello: chiunque abbia la palla, ti fa sentire in mani sicure”.

LEGGI QUI ANCHE – QATAR 2022, UN ALTRO COMMISSARIO TECNICO SALUTA LA SUA NAZIONALE –

Pioli che parole usa per spingervi a tentare il bis?
“Parla tantissimo con noi, ci dà consigli e suggerimenti. L’ultimo è di due giorni fa, ma non posso svelare cosa mi ha detto… Pioli è il nostro trascinatore, ci aiuta, tenta in ogni modo di tirare fuori da ognuno di noi il minimo dettaglio che può fare la differenza. È la persona che più di ogni altra ci dà equilibrio, fuori e dentro il campo”.

Riuscirà a convincere anche De Ketelaere?
“Parlo perché una situazione simile l’ho vissuta in prima persona. Per me è stato quasi più semplice perché quando ho iniziato a giocare con più continuità gli stadi erano chiusi e senza pubblico: potevo permettermi uno sbaglio o una giocata in più, avevo meno pressioni. Charles è molto forte, va soltanto aspettato, è giovane e arriva da un altro campionato. Come è successo a me, quando inizierà a giocare di più acquisterà sempre maggiore fiducia: ora è tutta una questione mentale. Ma, ripeto, il tempo è dalla sua parte”.

Tonali, si sente di promettere anche per gli altri giovani arrivati in estate?
“Tutti hanno avuto un impatto positivo, sembrano qui da 3-4 stagioni. Il fatto di essere un gruppo giovane li aiuta, e loro si sono fatti aiutare. Siamo davvero molto ‘squadra’: se qualcosa non va per uno, non va per tutti. Non esiste un momento no per un giocatore, specie per loro. Il momento no è di tutti o di nessuno. E se merito io, è merito della squadra”.

LEGGI QUI ANCHE – DAZN CAMBIA DAL 2023: TUTTE LE NOVITÀ –

Giudizi su altri colleghi: per primo Bennacer, l’altra metà del centrocampo. Contratto in scadenza nel 2024, ha un appello per convincerlo a restare?
“Ismael è fondamentale per noi, non ho altri aggettivi. Lo trovi ovunque, corre per tutti e in più alza il livello qualitativo delle giocate. Io per primo mi sento agevolato se lo vedo al mio fianco, mi rende tutto più facile. Mi auguro con tutto il bene del mondo che resti. Lo sa meglio di me perché è arrivato prima: sa cosa significa giocare per il Milan e farlo a San Siro. Conosce il percorso che è stato fatto e quello che potremmo ancora fare in futuro, insieme”.

Vale lo stesso per Leao?
“Ha caratteristiche e un ruolo diverso, ma è certamente un fenomeno. La sua storia è un po’ come la mia: ora deciderà lui cosa fare. Posso solo dire che la sta vivendo serenamente. Non entro nella sua testa, non oriento le sue scelte: lui sa qual è la cosa migliore da fare. Prenda la decisione migliore per lui prima che per noi”.

LEGGI QUI ANCHE – LIVERPOOL-MILAN, LA PROBABILE FORMAZIONE DEI ROSSONERI –

Tonali invece ha scelto il Milan già tempo fa, con il prolungamento fino al 2027. È qui che si vede per il resto della carriera?
“Certamente voglio rimanere il più a lungo possibile. Se me lo chiedete oggi dico anche per tutto il resto della mia storia. Ma per lanciarsi in promesse del genere è troppo presto, nella nostra carriera non conta solo la voglia, incidono tanti altri fattori: la salute, gli infortuni, la famiglia. È impossibile fare previsioni così a lungo termine”.

Dopo l’ultimo scudetto si è fatto tatuare il tricolore sul braccio. Ha spazio per nuovi disegni sul corpo?
“Direi che sono ancora abbastanza ‘bianco’. C’è spazio e voglio riempirlo, voglio vincere. L’ho scritto anche in una letterina a Santa Lucia, come quando ero bambino (ride). Magari stavolta sono i miei compagni che mi permettono di esaudire i miei desideri. È vero che ora gli avversari ci affrontano con il doppio della voglia per provare a battere i campioni. Ma per noi vale lo stesso: abbiamo lo scudetto cucito sul petto e più voglia di prima di vincere”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Sandro Tonali
Photocredits: acmilan.com

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate