Tomori: “Non ho iniziato come volevo. Secondo me possiamo vincere ancora”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Dal ritiro di Dubai ha parlato oggi Fikayo Tomori, che ai microfoni di DAZN ha confessato di voler migliorare sempre più, anche per prendersi la nazionale. Tra gli argomenti toccati, anche Maignan, i difensori che preferisce e la lotta Scudetto.

Queste le sue parole: “Secondo me la cosa più difficile è vincere ancora. Perché l’anno scorso sappiamo bene che non c’erano tante persone a pensare che avremmo vinto. Invece l’abbiamo fatto e abbiamo lo Scudetto sul petto. Quando giocano contro di noi adesso cambiano un po’ per non perdere. E così dobbiamo cercare altri modi per vincere e un altro livello di mentalità e di gioco”.

Sull’annata corrente: “Sapevamo prima dell’inizio della stagione che sarebbe stato difficile, però secondo me possiamo vincere ancora. E cerchiamo di fare tutto per farlo”.

LEGGI QUI ANCHE – HAMSIK: “IL MILAN IL PRIMO CLUB A VOLERMI, MA NON AVEVO L’ESIGENZA DI CAMBIARE”

Sulla mancata convocazione al Mondiale con l’Inghilterra: “Io sono sempre molto motivato. Ovviamente c’era delusione da parte mia, perché volevo andare. Però so che devo fare di più per andare agli Europei nel 2024. Devo continuare a lavorare e poi vediamo, ma in questo momento sono felice di come sto giocando. Io e la squadra siamo pronti per la prima gara dopo la sosta”.

Come cambia il gioco senza Maignan? Risponde Tomori: “Non molto, perché noi abbiamo il nostro modo di giocare. Ovviamente Mike è un grande giocatore per noi. Quando lui è in porta è meglio perché è uno dei migliori portieri al mondo. Ma Tata sta facendo un buon lavoro. Mike sta parlando sempre, anche quando ceniamo… (ride, ndr). Parla in francese, in inglese e in italiano, è un bravo ragazzo e siamo molto fortunati ad averlo”.

Che vantaggi vi dà il passaggio alla difesa a 3, in impostazione? “Possiamo costruire con una base più lunga. E quando attacchiamo abbiamo già 3 giocatori dietro, così non concediamo tanti contropiedi. Abbiamo anche più giocatori in avanti per attaccare. Per noi è buono perché possiamo cambiare durante la partita in base a qualsiasi situazione affrontiamo”.

Sui gol: “È una cosa che volevo migliorare quest’anno. Ho fatto gol con la Juve ma ovviamente voglio farne di più. Il mio lavoro resta difendere la porta, quindi se faccio questo e vinciamo mi basta”.

A domanda sui difensori che gli piacciono, Tomori risponde così: “Sicuramente Kim del Napoli, ma anche Skriniar, Bonucci, Chiellini e mi piace anche Bremer. Ce ne sono tanti. È bello per me perché quando li vedo capisco che voglio migliorare. Lo so che non ho iniziato la stagione come volevo, però le cose nel calcio vanno così. Voglio vincere ancora e migliorare ove posso”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate