Timothy Weah: “Sfida al Milan? Ero nervoso, ho sentito George…”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Le emozioni contrastanti vissute da Timothy Weah per la sfida contro il Milan speciale per la sua famiglia

Timothy Weah è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport nell’edizione odierna esprimendo le sensazioni dopo l’amichevole con il Milan. Il neo-giocatore della Juventus ha parlato del Soccer Champions Tour giocato dai bianconeri allenati da Massimiliano Allegri negli Stati Uniti tra Los Angeles e Orlando. Negli USA la vecchia signora ha sfidato prima i rossoneri di Stefano Pioli e poi il Real Madrid. L’ex Lille ha espresso le sue emozioni contrastanti prima della gara contro la squadra a cui è legato il padre George, ex stella del diavolo nella seconda parte degli anni ’90. Qui un estratto delle dichiarazioni di Timothy Weah alla rosea.

L’emozione del gol contro il Real Madrid

Timothy Weah in un’intervista con La Gazzetta dello Sport ha parlato della gioia per il gol realizzato contro il Real Madrid nella tournée negli Stati Uniti. Queste le parole del nazionale statunitense sul gol segnato dopo l’ultima stagione senza centri in Francia: “Sono molto felice è una vittoria bellissima per iniziare bene la stagione. E poi contro il Real…Non sarei potuto essere nel posto migliore con una squadra migliore, quindi mi sento solo onorato e mi sento benedetto per essere qui”.

La crescita tra la gara contro il Milan e quella con il Real Madrid

Timothy Weah ha detto la sua opinione sulla crescita registrata dalla squadra tra la prima e la seconda gara del Soccer Champions Tour. Il primo match quello con il Milan vinto ai rigori e il secondo quello vinta con il Real con gol proprio di Weah. Il centrocampista si è così espresso al quotidiano sportivo milanese: “Siamo stati più intensi nonostante fosse un match molto difficile: era l’ultima partita della tournée americana, le gambe pesano e tutti eravamo stanchi. Però abbiamo fatto un’ottima prestazione: dopo aver battuto il Real Madrid si può solo aspirare al massimo, penso che i ragazzi siano contenti e anche io lo sono”.

Timothy Weah racconta la sfida con il Milan

Timothy Weah nell’intervista ha raccontato le numerose e differenti emozioni vissute prima e dopo la sfida con il Milan giocata a Carson. Queste le sue sensazioni raccontate alla rosea: “Prima della partita era abbastanza nervoso, come tutta la famiglia d’altronde, soprattutto perché era contro la sua ex squadra”. Il figlio del presidente della Liberia ha svelato la chiamata successiva con il padre ex pallone d’Oro e attaccante rossonero: “Poi però io ho giocato bene ed è stato magnifico. Quando l’ho sentito era molto felice per me e io lo stesso”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Weah Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate