Criscitiello lancia la bomba: Thiago Motta al Milan dopo Pioli?

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

L’indiscrezione è arrivata nella tarda serata di ieri: il Milan avrebbe iniziato a valutare Thiago Motta per il post-Pioli

Nella notte che ha seguito la vittoria del Bologna sul Torino e che ha anticipato la sfida fondamentale di Champions per il Milan contro il Dortmund è arrivata un’indiscrezione importante su quello che potrebbe essere il futuro dei rossoneri. Con uno Stefano Pioli in discussione ormai da diverse settimane, il Milan avrebbe cominciato a guardarsi intorno per il successore in panchina. A lanciare la notizia bomba è stato il giornalista Michele Criscitiello, direttore dell’emittente Sportitalia, in diretta nella serata di ieri.

CRISCITIELLO: “CAMARDA, POCHI ELEMENTI! PIOLI NON E’ UN PAZZO, MA…”

Il Milan segue Thiago Motta

Secondo quanto riportato da Criscitiello durante Sportitalia Mercato di ieri sera, allo stadio Renato Dall’Ara di Bologna c’erano alcuni emissari del club rossonero a vedere la vittoria per 2-0 sul Torino: l’obiettivo è quello di osservare l’allenatore dei rossoblu, Thiago Motta. In caso di valutazioni post-Pioli, ha affermato il giornalista, il nome di Thiago Motta sarebbe tra i primi della lista per la panchina del Milan del futuro. Dopo una seconda parte di stagione super l’anno scorso, il Bologna dell’ex centrocampista di Inter e PSG ha iniziato benissimo in Serie A, totalizzando 21 punti in 13 partite (come la Roma e più di Atalanta e Fiorentina) e cominciando concretamente a sognare l’Europa.

CRISCITIELLO: “ITALIANO, HAI LA FILA! MILAN, CI SEI ANCHE TU?”

Dove può arrivare il Bologna?

Dopo il match vinto contro il Torino di Juric, Thiago Motta ha parlato così in conferenza stampa, rispondendo alla domanda che tanti addetti ai lavori si stanno facendo in questi giorni: dove può arrivare veramente questo Bologna?

Prima della partita sapevamo che sarebbe stata una gara molto complicata contro un avversario molto ben allenato che non ti lascia giocare. Noi siamo stati bravi a sbloccarla con un gol bellissimo e l’abbiamo resa meno complicata. Sono tre punti importanti. Nell’intervallo ho spiegato che potevamo gestire meglio alcuni piccoli dettagli. Ho la fortuna di avere ragazzi in grado di capire e di mettere in campo quanto ci diciamo. Dove possiamo arrivare? Abbiamo fatto tantissimo fino ad oggi. Siamo una squadra molto diversa rispetto all’anno scorso, per diverse ragioni. Dobbiamo saperci adattare a tutti i momenti e continuare così. Ora riposiamoci e prepariamoci per un’altra grande sfida“.

ORDINE, ULTIMATUM A PIOLI: “OROLOGIO PUNTATO A MARTEDI’ NOTTE”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate