Calciomercato Milan, il futuro di Theo Hernandez: il Bayern e la “quota Tonali”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Dubbi sul futuro di Theo Hernandez in Casa Milan: il rinnovo, l’intreccio con Davies e il precedente Tonali

In questi giorni in casa Milan tiene banco la situazione Theo Hernandez: le sue dichiarazioni hanno destato preoccupazione nell’ambiente e la sua partenza non è da escludere. Theo Hernandez è un patrimonio del Milan, il club farà di tutto per tenerlo, ma per una maxi offerta può lasciare. Da tempo si parla di destini incrociati con Alphonso Davies, il terzino del Bayern Monaco ha un contratto in scadenza nel 2025 e non ci sono da registrare passi in avanti sul rinnovo. Se dovesse lasciare la Germania, il club tedesco andrebbe con forza su Theo Hernandez che è la prima scelta. La Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola prova a costruire un parallelismo con la situazione legata a Sandro Tonali della scorsa estate.

Theo e la “Quota Tonali”

Le parole di Ibrahimovic nella conferenza a Milanello avevano rassicurato i tifosi del Milan sul futuro di Theo Hernandez, Rafael Leao e Mike Maignan. Non c’è tuttavia certezza sulla permanenza del terzino francese, lui stesso non ha voluto darla in conferenza con la nazionale transalpina. Theo Hernandez ha un contratto con il Diavolo fino al 2026, attualmente percepisce 4.5 milioni a stagione, per rinnovarlo servirà uno strappo alla regola sul tetto ingaggi: per un talento come il suo va fatto. Intanto la Rosea rispolvera il trasferimento Tonali e stila il prezzo: “I tedeschi non possono non restare sopra la quota Tonali: per meno di 80 milioni un trasferimento è impensabile”. 

Ultime news

Notizie correlate