Theo Hernandez, Dumfries si scusa: “Striscione un errore, amo la rivalità”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Dopo le polemiche riguardo lo striscione sventolato durante la festa Scudetto, Dumfries si è scusato con Theo Hernandez

Con un post apparso quest’oggi sul suo profilo Instagram, l’esterno dell’Inter Denzel Dumfries ha chiesto pubblicamente scusa per aver sventolato, durante la parata per i festeggiamenti dello Scudetto, uno striscione contro il terzino francese del Milan Theo Hernandez. Di seguito, il suo messaggio.

Le parole del giocatore nerazzurro

“Ieri è stato il giorno più bello per me, tutti i giocatori e tutto il club. Grazie mille ai tifosi che si sono presentati in migliaia alla parata. È stata una bella sensazione festeggiare con tutti voi, ha avuto un grande significato per la squadra. Durante la parata, ho commesso un errore tenendo in alto uno striscione che mostrava un’immagine inappropriata. Sono un giocatore che ama la rivalità nel calcio, è una parte cruciale di qualsiasi gioco. Mi rendo conto che tenere alto lo striscione è stato un errore di giudizio da parte mia e non è stata una cosa intelligente. Spostiamo il focus su quella che è stata la stagione più incredibile per l’Inter. Grazie ancora per tutto il vostro sostegno in questa stagione, e per i festeggiamenti di ieri, non li dimenticherò mai”.

Ultime news

Notizie correlate