Stillitano: “RedBird vanta professionisti esperti che capiscono lo sport”

DiDavide Giovanzana

Giu 7, 2022

Tuttosport ha intervistato questa mattina Charlie Stillitano, l’uomo d’affari che ha portato il calcio negli USA e che oggi lavora per la Lega Serie A a New York.

Stilitano, lei non ha dubbi…
«RedBird è una società molto capace, con parecchia esperienza nel business dello sport. E questo è un elemento fondamentale, in un settore differente rispetto agli altri. Bisogna fidarsi, c’è differenza. Il mio amico Peter Kenyon, quando era al Manchester United, diceva sempre: “Servono eccellenti qualità in campo. Ma lo stesso discorso vale anche fuori dal rettangolo di gioco”. Penso avesse ragione, è questo il perfetto connubio di una squadra vincente. RedBird certamente vanta professionisti esperti, che capiscono lo sport».

Lei è amico di Gerry Cardinale?
«No, anche se ci siamo incontrati qualche volta. Però conosco molto bene svariate persone che lavorano per RedBird: sono tutte molto in gamba. Per questo quando ho sentito la notizia dell’acquisizione del Milan da parte loro l’ho ritenuta una cosa molto incoraggiante».

 Che tipo di calciomercato si devono aspettare i tifosi?
«C’è bisogno di tempo per far crescere il business. Non è un asset basato unicamente sui trofei, non c’è un magnate che non bada a spese. Il giusto paragone può essere fatto con il percorso del Liverpool. I Reds sono un modello da seguire, per una squadra costruita in tanti anni. I rossoneri però già ora possono contare su una rosa composta da giocatori molto competitivi. Secondo me quindi non ci saranno investimenti stile PSG o City ma RedBird si affiderà alla capacità di Ivan Gazidis, Paolo Maldini, Frederic Massara e Stefano Pioli, che sono stati bravissimi, sanno come far crescere ancora i calciatori».

LEGGI QUI ANCHE “IBRAHIMOVIC-MILAN: LA STORIA D’AMORE CONTINUA!”

 L’importante è che il brand Milan continui a crescere.
«Quando Silvio Berlusconi e Adriano Galliani compravano i calciatori più bravi e questi scendevano in campo, lo stadio era sempre pieno e contavano soltanto i risultati sportivi. Il calcio una volta era solo… calcio sul campo. Oggi servono le risorse economiche per aumentare i ricavi ed essere in attivo. E al Milan lo sanno benissimo. Sarà fondamentale quindi per i rossoneri, come per tutte le altre squadre italiane, la questione relativa all’impianto sportivo. Così ci si potrà avvicinare alle grandi d’Europa».

Redbird ha comprato il Tolosa e ha vinto con l’ausilio delle statistiche e dello studio dei dati.
«Ferguson mi diceva sempre: ‘I numeri aiutano ma sono una parte del tutto. Devi vedere come un giocatore si comporta anche fuori dal campo o come reagisce alla pressione. Poi dipende da me’. Se Redbird vuole seguire questa strada va bene, basta però che la decisione finale su chi ingaggiare venga presa da Maldini, Massara e Pioli: se lo sono meritato».

Chi ammira di più del Milan attuale?
«Sandro Tonali, Fikayo Tomori, Pierre Kalulu e Theo Hernandez. Secondo me sono davvero forti, impressionanti. Il giovane Leao è semplicemente strepitoso. Mentre Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud hanno completamente cambiato la mentalità dei rossoneri».

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan