Okaka: “Feci un provino al Milan e mi presero, ma…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Intervistato dai microfoni di calciomercato.com, l’ex calciatore di Roma e Udinese Stefano Okaka ha rivelato un retroscena sulla propria carriera che riguarda… il Milan.

12 squadre in carriera, qual è quella alla quale sei rimasto più affezionato?
“Ne scelgo due: la Roma, perché lì sono cresciuto; ma la squadra nella quale mi sono sentito meglio è l’Udinese. Avevo un ottimo rapporto con tutti, dal presidente Giampaolo Pozzo ai nutrizionisti. Con Marino ci sentiamo ancora spesso, ogni volta che faccio gol mi scrive o mi chiama. Per me è sempre stato un punto di riferimento”.

Quanti amici hai nel calcio?
“Tanti, ma con Cassano ci sentiamo tutti i giorni. Siamo amici da 10/15 anni, per me è come un fratello: nel periodo di Parma mi ha aiutato a superare un momento molto complicato”.

LEGGI QUI ANCHE   -ESCLUSIVA, PELLEGATTI: “INCONTRO MILAN-LEAO A BREVE, ECCO L’OFFERTA CHE PRESENTERANNO I ROSSONERI”-

Cos’è successo?
“Diciamo che io posso guardare tutti in faccia, ma forse non tutti possono guardare in faccia me”.

Tuo fratello Carlo ti segue sul mercato.
“Per me è importante mettere tutto nelle sue mani, mi segue da quando avevo 24 anni”.

Ci racconti il trasferimento più strano che hai fatto?
“Dalla Sampdoria all’Anderlecht. Sarei dovuto andare in una tra Milan e Inter, alla fine mi sono ritrovato in Belgio”.

Spiegaci.
“Dalla Samp che sfiora la qualificazione in Champions va via Gabbiadini, al Napoli, Eder, all’Inter e io, all’Anderlecht. Capisci che c’è qualcosa che non va?! Avevo già parlato con Mancini, l’Inter mi aveva praticamente preso”.

LEGGI QUI ANCHE   -CALCIOMERCATO MILAN, OCCHI SUL GIOVANE TALENTO DEL BENFICA-

Qualche anno fa hai rifiutato anche un’offerta importante dalla Cina.
“Sì, quando ero all’Anderlecht. La società spingeva per vendermi in Cina, ma avevo 26 anni e non me la sentivo. Volevo andare in Premier League, c’erano Everton e Tottenham. Così dissi di no a una super offerta: quando si vedono certe cifre non è semplice respingerle, ma il mio amore per il calcio è superiore a quello per i soldi”.

Nel tuo passato c’è anche un provino col Milan. 
“Andò bene, mi avevano praticamente preso. Prima di andare a firmare mi chiamò Bruno Conti dicendomi di andare a Trigoria. Lì hanno trovato lavoro per tutta la mia famiglia, così non ci ho pensato un attimo prima di accettare la Roma”.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Stefano Okaka

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate