Milan a due facce: i numeri di attacco e difesa

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il pareggio di lunedì sera contro il Bologna ha deluso il Milan e tutti i suoi tifosi. Oltre al dispiacere di aver perso due punti rispetto alle dirette concorrenti, specialmente in un weekend sulla carta favorevole ai rossoneri, il match contro i rossoblù ha manifestato un’involuzione preoccupante dell’attacco.

– Leggi QUI le ultime sul processo tra Leao, Sporting e Lille –

Nelle ultime sei partite il Milan ha messo a referto solamente quattro gol, davvero troppo pochi per una squadra con ambizioni di scudetto. Pioli, però, può sorridere guardando l’altra faccia della medaglia: con quello di lunedì sera i rossoneri sono arrivati a quota cinque clean sheet consecutivi. L’ultimo gol subito da Mike Maignan risale addirittura al 25 febbraio, contro l’Udinese.

Photocredit: acmilan.com

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate