Stadio Milan, c’è ottimismo: che segnale dai sindaci vicino a San Donato!

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Capitolo stadio: ci sono novità sul nuovo impianto del Milan. I sindaci della zona Sud Milano si sono incontrati

Ci sono novità sul fronte stadio, novità importanti che avvicinano sempre di più il via libera per la costruzione del nuovo impianto del Milan. A riportare la notizia è Il Giorno, a portare un’ulteriore ventata di ottimismo in una settimana iniziata con i malumori della crisi e proseguita con la splendida vittoria in casa contro il PSG. Certamente, parlare di un nuovo stadio dopo la splendida “prestazione” fornita dal buon vecchio San Siro solo qualche giorno fa può apparire ingiusto. La realtà, però, la conosciamo bene: costruire un nuovo stadio è un appuntamento fondamentale per la crescita di un club, e il Milan non può certamente cercare di perderlo.

SEDE, HOTEL E 70MILA POSTI: QUANTO COSTA IL NUOVO STADIO DEL MILAN?

Un nuovo “mattone” per lo stadio del Milan

Come riporta Il Giorno, per il nuovo stadio del Milan si va verso un accordo di programma. Come tutti sanno, dopo le resistenze ad oltranza del Comune di Milano, i dirigenti rossoneri con Scaroni in testa si sono diretti verso sud, zona San Donato. Dopo aver individuato la zona preposta alla costruzione, si va verso un tavolo inter-territoriale composto da San Donato, Regione Lombardia, Parco Sud, Autostrade e Trenord. La notizia importante riguarda il gradimento da parte dei sindaci delle aree limitrofe a quella in cui sorgerà il nuovo stadio del Milan. Al tavolo decisionale, infatti, si sono seduti anche gli amministratori di Carpiano, Cerro al Lambro, Colturano, Dresano, Melegnano, Opera, Paullo, Peschiera Borromeo, San Giuliano e San Zenone. Nello specifico, il sindaco di San Giuliano Marco Segala ha dichiarato: “Sono favorevole allo stadio, che comunque richiede valutazioni attente”.

NUOVO STADIO MILAN, C’È IL PRIMO PROGETTO! DATA, CAPIENZA E URBANISTICA

Le valutazioni da fare

Come riporta Il Giorno, la costruzione di un nuovo impianto così grande (intorno ai 70.000 posti), richiede grande attenzione sotto diversi punti di vista. La costruzione del nuovo stadio del Milan porterà con se diverse problematiche dal punto di vista della sicurezza, con decine di migliaia di persone che si sposteranno verso la zona Sud di Milano. Ovviamente, il fattore da prendere ancor più in considerazione è il nodo trasporti. Rispetto alla zona settentrionale di Milano (certamente più vicina a San Siro), la situazione mobilità nell’area meridionale del capoluogo milanese è più complessa. La speranza dei sindaci è che il nuovo stadio del Milan porti con sé anche un potenziamento della linea ferroviaria S12 (Melegnano-Milano Bovisa), oltre a una riqualificazione della Binasca. La richiesta principale rimane, naturalmente, il prolungamento della M3: “Lo stadio sarà un’occasione per dare centralità a un territorio, il Sud Milano, che sinora è stato trascurato”. In ogni caso, il comune di San Donato conta di chiudere entro l’anno la fase istruttoria, condividendo quindi il progetto alla popolazione.

“SPAZIO SUFFICIENTE MA C’E’ UNA CRITICITA’!”: L’ARCHITETTO ILLUSTRA VANTAGGI E SVANTAGGI DEL NUOVO STADIO DEL MILAN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

nuovo stadio milan

 

Ultime news

Notizie correlate