Stadio Milan, Scaroni: “Iniziamo a vedere la luce in fondo al tunnel”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

A margine della presentazione del rinnovo con Banco BPM, il presidente Scaroni è tornato a parlare del tema nuovo stadio del Milan

Il Milan non cambia idea, il nuovo stadio rimane una priorità della proprioetà per far crescere i rossoneri. Con il calciomercato che impazza, il tema era passato un po’ in secondo piano, ma i dirigenti della società di via Aldo Rossi continuano a lavorare per trovare una soluzione e procedere con questo progetto, volto a fare un passo avanti nlla crescita del club e per diminuire il gap che separa ora il Milan, e tutti i club italiani, dalle principali squadre europee. Ieri, a margine della presentazione del rinnovo con Banco BPM, il presidente del Milan Paolo Scaroni è tornato a parlare del tema stadio: le sue parole riportate da Milano Finanza.

Stadio Milan, Scaroni: “Saga logorante, ma forse ora…”

Le parole del presidente del Milan Paolo Scaroni sul tema stadio: “Questa saga dello stadio mi sta un po’ logorando. Anche perché è una questione alla quale, lo devo dire, ho dedicato un sacco di tempo e molte energie. Non ho combinato praticamente niente e non sono proprio abituato a usare energie senza poi arrivare alla meta. Al momento abbiamo sul terreno due o tre iniziative, che secondo me hanno le gambe e stanno in piedi. In questo momento non voglio anticiparvi delle notizie, ma mi sembra che cominciamo a vedere un po’ di luce in fondo al tunnel dopo quattro anni di sofferenza“.

Per lo stadio scelto San Donato: in attesa del progetto, il Milan studia la mobilità

Il Milan deve ancora presentare il primo progetto alla Giunta comunale di San Donato Milanese. In attesa di illustrare il primo prospetto dell’opera che intende realizzare, secondo il quotidiano sportivo di Torino, è in corso lo studio della complessa mobilità della zona. Il terreno dell’area di San Francesco non è molto esteso. Precisamente si trova in mezzo alla bretella tra A1 e tangenziale e questo implicherà la realizzazione di nuovi accessi per tifosi e bus di dei supporter e delle squadre. L’altro tema su cui il Milan sta riflettendo è come implementare il servizio navette dalla stazione della metropolitana al futuro stadio. Infine, c’è il nodo della difficoltà di programmare la costruzione di altre opere vicine come il centro commerciale e negozi visto il poco spazio a disposizione per un progetto complesso come un impianto per il calcio. Il tutto verrà rimandato alla presentazione del progetto alle istituzioni locali.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Stadio Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate