il 07/01/2023 alle 18:16

Spalletti ammette: “Ci girano le scatole che il Milan sia a meno 5”

0 cuori rossoneri

Luciano Spalletti, alla vigilia del match contro la Sampdoria, ha detto la sua sull’avvicinamento in classifica del Milan. In particolare, il tecnico ha espresso il suo pensiero sul Milan che da meno 8 è passato a meno 5 dopo l’ultima giornata di campionato. Queste le parole di Spalletti: “Abbiamo imparato che potevamo avere ancora 8 punti di vantaggio in classifica e invece ora ne abbiamo solo 5. Una sconfitta ci può stare ma la verità è che ci girano le scatole come è giusto. Domani è importante la reazione. In allenamento ho visto la serietà e la professionalità giusta per dar seguito al nostro lavoro, non vogliamo accontentarci della classifica e dei margini di vantaggio sulle altre. Vogliamo giocare contro squadre costruite per puntare allo scudetto con la stessa determinazione vista in precedenza per fare risultato, mentre a Milano non l’abbiamo fatto”.

Spalletti Napoli Milan

LEGGI QUI ANCHE   -PIOLI IN CONFERENZA ALLA VIGILIA DEL MATCH CONTRO LA ROMA-

Spalletti in conferenza ha dunque fatto percepire un pizzico di nervosismo per come è ripartito il campionato per la sua squadra. Dal canto suo invece Pioli, nella conferenza di oggi alla vigilia dell’importantissimo match contro la Roma, ha affermato che non sia questo il momento più opportuno per fare bilanci e guardare la classifica. Il Milan, ha continuato Pioli, deve pensare solo alle proprie partite e cercare di mantenere sempre molto alto il proprio livello di prestazione. Solo così i rossoneri potranno continuare la rincorsa al Napoli e chissà magari far girare ancora di più le scatole in futuro al tecnico del Napoli.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

NOTIZIE MILAN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *