Slavia Praga-Milan, Trpisovsky: “Espulsione decisiva, cosa ho detto a Giroud”

I più letti

Slavia Praga-Milan si è conclusa con la vittoria dei rossoneri: il tecnico dei cechi analizza gli episodi e le parole con Giroud

Intervistato nella conferenza stampa post Slavia Praga-Milan, all’allenatore di casa Jindrich Trpisovsky è stato chiesto di ritornare sull’episodio che ha indirizzato la gara d’andata. L’espulsione di Malick Diouf al 26′ del primo tempo ha compromesso la qualificazione, nonostante poi i cechi siano stati capaci di realizzare due reti in inferiorità numerica. Lo Slavia Praga ha sofferto la maggiore qualità del Milan e gli episodi non hanno contribuito ad equilibrare i valori in campo. I rossoneri hanno chiuso la pratica ritorno già nella prima frazione, con le reti di Pulisic, Loftus-Cheek e Leao a mettere in discesa la gara. Inutile il gol nel finale di Jurasek, perché anche in questo caso un’espulsione iniziale (T. Holes al 20′, n.d.r.) ha pregiudicato il corso della partita. La conferenza post-partita è stata ricca di spunti, uno dei quali è il commento sui rossi e il dialogo con Olivier Giroud.

“Rossi evidenti, nessuna polemica con Giroud”

L’amarezza iniziale di Trpisovsky: “Molto difficile. Passi ore a preparare la partita, una settimana sui video, poi all’improvviso cambia tutto per una decisione”. Poi il commento sulle espulsioni: “Ho visto solo in diretta il rosso a Diouf, ho guardato il video solo dopo la partita. Nessuna polemica con Giroud, non capivamo perché la decisione dell’arbitro tardasse così tanto. Holes non poteva vedere Calabria, se lo guardi in video sembra terribile”. Chiude la risposta con la speranza di compensare la delusione nella prossima stagione.

Ultime news

Notizie correlate