Slavia Praga, Di Stefano: “Vigilia tra le più inedite mai sentite”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Come si avvicina lo Slavia Praga alla partita contro il Milan? Peppe Di Stefano racconta la vigilia dei ciechi

Tanto abbiamo raccontato dello Slavia Praga tra i pericoli più grandi, il suo modo di giocare e i suoi precedenti con le squadre italiane, ma quel che sottolineava ieri sera il giornalista di Sky Sport alla vigilia è l’avvicinamento particolare. Nella serata che precedeva la data cerchiata in rosso dai tifosi del Milan e cechi, Peppe Di Stefano, inviato a San Siro, spiegava come la squadra di Trpisovsky ha gestito le ore prima del match.

L’inedita vigilia

A ora tarda, Di Stefano chiede il collegamento e racconta:

“Se siete d’accordo, questo è l’ultimo collegamento (ride, ndr), perché lo Slavia Praga è andato via proprio pochi istanti fa. Battute a parte, si è allenato qui vivendo quella che è una vigilia sicuramente particolare. Secondo me una delle più inedite, almeno tra quelle che io abbia sentito, degli ultimi anni. È una squadra che è arrivata qui per scrivere la storia e fare festa (come spiegato dal tecnico in conferenza), ma sono qua praticamente da due giorni”.

L’altro inviato di Sky Sport prima di Milan-Slavia Praga, Manuele Baiocchini, entra nello specifico:

“Una cartolina da San Siro da incorniciare: questo è il sogno dei tifosi dello Slavia, che anche in questa occasione verranno in massa. Saranno 4500. La squadra è a Milano già da martedì, perché come ci spiegava Zima la squadra ha bisogno di tranquillità. Stanno qui per due notti e per loro è una delle partite più importanti della loro storia. La stanno vivendo proprio come una festa”.

Ultime news

Notizie correlate