il 17/12/2023 alle 20:34

Pazzini: “Simic lo conoscevo già… Ma mi ha sorpreso comunque!”

0 cuori rossoneri

È la giornata di Jan-Carlo Simic: di lui parla anche Pazzini, che lo segue da tempo e commenta l’esordio in Milan-Monza

Milan-Monza è stata la partita della favola di Jan-Carlo Simic, da tempo spesso aggregato alla prima squadra senza mai esordire in gare ufficiali. In questa domenica, invece, Stefano Pioli sceglie di lanciarlo dopo l’infortunio di Tommaso Pobega: il classe 2005 entra, tocca qualche pallone e dopo soli 17 minuti butta il pallone in fondo al sacco. Una giornata da sogno che viene colta anche dall’ex calciatore (anche rossonero) Giampaolo Pazzini. Intervenuto negli studi di DAZN nell’immediato post Milan-Monza, l’ex bomber ha parlato di Simic e di qualche ricordo di se stesso alla sua età.

Pazzini commenta l'esordio di Simic in Milan-Monza

MILAN-MONZA, SIMIC: “COME UN SOGNO, MALDINI UN IDOLO! DEDICO…”

L’emozione dell’esordio

Pazzini commenta così le immagini della prima rete del serbo nato in Germania:

“Anch’io ho avuto la fortuna di fare gol all’esordio in Serie A. Ma in generale, con gli esordi sono sempre stato fortunato. Quindi so cosa significa”.

Che emozione starà provando il ragazzo?

“Secondo me lui non si sta ancora rendendo conto. Si starà continuando a chiedere ‘veramente è successo? Veramente ho fatto gol a San Siro? Alla prima in Serie A?’. Quando è successo a me, nei 5′ successivi non pensavo ad altro. Penso si veda anche dall’esultanza: è un’emozione davvero difficile da descrivere, però è una bellissima storia di questo ragazzo che entra e segna. Quando succedono queste cose è sempre bello”.

(VIDEO) GOL DI SIMIC, LA GIOIA DEI GENITORI IN TRIBUNA È INCONTENIBILE!

La prestazione

Poi, entra nello specifico:

“È un ragazzo che io già conoscevo, sia dall’Under 17 sia dalla Primavera. Ho visto tante partite. È un ragazzo che si fa sempre trovare pronto, un difensore forte fisicamente, aggressivo. E anche durante la partita, lui ha avuto un’attenzione al di là del gol molto importante. Giocava con personalità: già il suo approccio era stato buono. E poi c’è stato questa rete… È andato con una cattiveria molto più da attaccante che da difensore”.

Lanciato nella mischia dopo pochi minuti, ha trovato la rete dopo poco più di un quarto d’ora. Nel complesso com’è stata la sua prestazione?

“Mi aveva già convinto prima. Magari dopo il gol poteva perdere attenzione, invece è andato avanti fino al 90′ concentrato anche se la partita non era in bilico. Ma comunque una giornata da ricordare per lui”.

MILAN-MONZA, PIOLI: “SIMIC, GRANDE PERSONALITÀ! POBEGA E OKAFOR…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN