Sgarbi: “San Siro non si tocca! Lo dice la legge”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Dopo le parole raccolte oggi sia del sindaco di Milano Beppe Sala che del vicepremier e ministro delle infrastrutture Matteo Salvini, anche Vittorio Sgabri, nuovo sottosegretario alla Cultura del paese, ha messo in chiaro le cose sul tema che riguarda San Siro e il suo possibile abbattimento per costruire il nuovo impianto di Milan e Inter. Di seguito, la nota ANSA:

LEGGI QUI ANCHE   -IBRAHIMOVIC: “I GENITORI DIVENTANO PROCURATORI… MA CHI SIETE? DOVETE STARE ZITTI”-

(ANSA) – MILANO, 04 NOV – “Il Meazza non si tocca e non lo dice Sgarbi ma è la legge”. Così il neo sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi ha parlato all’ANSA dell’abbattimento dello stadio . San Siro “è del ’26, sarebbe come buttare giù l’Eur a Roma quindi è naturalmente vincolato perché il vincolo sarebbe automatico oltre i 70 anni, non si può buttare giù – ha aggiunto -. Se serve un vincolo lo metterò. Ma non occorre un vincolo per salvarlo se mai servirebbe una decisione del ministero per dire abbattetelo e non arriverà mai. Dal ministero non arriverà mai”.

LEGGI QUI ANCHE   -MILAN-SPEZIA E’ LA PARTITA DI DANIEL MALDINI: “IO RACCOMANDATO? NON ME NE SONO MAI ACCORTO…”-

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Vittorio Sgarbi

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate