Il Club discute Conceicao: “Il Milan è un’altra cosa, c’è una storia dall’altra parte”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

I pareri in studio sul nome di Conceicao come allenatore per il Milan e il suo calcio rapportato al DNA rossonero

Nello studio di Sky Calcio Club i talent Bergomi, Luca Marchegiani e Stefano De Grandis hanno parlato della possibile scelta dell’allenatore del Milan, che ricadrebbe su Sergio Conceicao. Nel focus sull’allenatore i presenti al tavolo hanno espresso il loro parere sull’allenatore portoghese soffermandosi anche sulla tipologia di gioco mostrata in questi anni al Porto. Qui un estratto dei vari interventi.

Bergomi su Conceicao allenatore al Milan

Beppe Bergomi ha aperto la discussione sul favorito per prendere il posto di Pioli come allenatore del Milan, che al momento è Sergio Conceicao. L’ex capitano dell’Inter ha espresso un giudizio favorevole sul tecnico: “A me piace tanto per il lavoro che vedo sul campo della squadra. A me piace, ma c’è una storia dall’altra parte”. Proprio sul DNA della storia rossonera e il calcio proposto dall’attuale allenatore del Porto si è soffermato De Grandis. Queste le sue parole: “Ci sono squadre che hanno sempre privilegiato il gioco come il Milan con Sacchi e squadre come l’Inter e la Juventus che hanno fatto più spesso un calcio speculativo. Conceicao assomiglia più a un calcio speculativo o caratteriale, perché è uno che chiude centralmente, riparte, non che sia brutto”.

L’opinione dell’ex compagno di squadra

Infine, è arrivato l’intervento anche di chi lo conosce da vicino Sergio Conceicao avendoci giocato insieme ai tempi della Lazio, ovvero Luca Marchegiani. L’ex portiere ha sottolineato il lavoro svolto nella valorizzazione dei giovani al Porto: “Lui allena una squadra che prende i giocatori con uno scouting fantastico, il Porto prende i giocatori giovani meravigliosi, li valorizza e li vende appena può, quindi è un lavoro in evoluzione”.

Ultime news

Notizie correlate