Scommesse, Florenzi convocato ancora in procura: ecco perchè

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Alessandro Florenzi è stato nuovamente convocato dalla procura federale, questa volta quella di Roma, in merito al caso scommesse

Torna di attualità il tema legato allo scandalo scommesse che ha scosso il nostro campionato qualche mese fa e che ha già portato alla squalifica di Fagioli e di Tonali. Alcuni giorni dopo i primi tre nomi emersi (quelli appunto dei due squalificati più Zaniolo) è stato fatto un quarto nome, che coinvolge direttamente il Milan: quello di Alessandro Florenzi. L’esperto terzino rossonero ha già rilasciato la sua dichiarazione in merito alla vicenda alla procura federale di Torino, ammettendo di aver scommesso su sito illegali ma negando tassativamente di averlo fatto sul calcio. La sua linea difensiva è stata la stessa che ha tenuto fino ad ora Zaniolo.

“FLORENZI E LE SCOMMESSE, PERCHÉ SOLO LORO?!” IL PROCURATORE RISPONDE AL TIFOSO

Florenzi convocato a Roma, ecco perchè

Come riportato da Sky Sport, oggi l’ex Roma, Valencia e PSG ha passato la giornata a Roma, rilasciando una nuova dichiarazione al procuratore della FIGC Chiné. Florenzi ha ribadito con convinzione la sua posizione, confermando di non aver mai giocato sul calcio. Se le sue dichiarazioni non verranno smentite, il calciatore non rischia di incorrere in sanzioni di alcun tipo di carattere sportivo, non avendo commesso alcun illecito. Ma perchè, allora, Florenzi è stato chiamato dalla procura di Roma dopo aver già rilasciato un deposizione a Torino? Sembre che la Procura Federale fosse semplicemente interessata a chiarire e comprendere meglio alcuni dettagli della vicenda.

“MAI SUL CALCIO”: LA DIFESA DI FLORENZI DOPO LE ACCUSE SULLE SCOMMESSE

Parla l’avvocato

Un paio di settimane fa, l’avocato di Florenzi Gianluca Tognozzi aveva chiarito la situazione a TV Play: “Come abbiamo scritto nella nota inviata alle agenzie di stampa, a Florenzi non è stato contestato nulla per quanto riguarda ipotesi di scommesse calcistiche, si tratta di scommesse di natura personale che abbiamo chiarito, spero non ci sia altro, è una situazione molto simile a quella di Zaniolo. Non ci sono contestazioni di alcuna natura per quanto riguarda il mondo del calcio. Si dice ‘spero non ci sia altro’ per una questione di stile fino a quando non si chiuderà l’indagine. La Procura di Torino come giustizia ordinaria alla giustizia sportiva non ha inviato nulla, poi questa può prendere iniziativa se ci dovessero essere dichiarazioni di qualcun altro, ma la Procura della Repubblica di Torino però non ha inviato nulla alla Federazione. Per quello che sappiamo fino ad oggi la Procura di Torino non ha contestato nulla per quanto riguarda scommesse sul calcio e Florenzi ha confermato di non aver mai scommesso sul calcio in vita sua e non è emerso niente che lo faccia pensare. Il nostro ordinamento prevede in questi casi di oblare. Quando l’indagine andrà verso la chiusura provvederemo all’oblazione. Non scordiamoci l’età di questi ragazzi, sono giovanissimi, è una cosa indipendente dal fatto che siano calciatori o meno, non ne farei un reato di genere”.

CANNAVARO: “SCUDETTO, NULLA È DECISO! SCOMMESSE, NON FA PIACERE CHE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate