Scommesse, Corona: “La Juventus sapeva di Fagioli e l’ha coperto così”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto in esclusiva a Sportitalia, Fabrizio Corona ha svelato nuovi particolari in merito alla vicenda scommesse che vede coinvolto Fagioli e non solo.

Dopo Nicolò Fagioli, il calcio italiano rischia di vivere un vero e proprio terremoto riguardo il caso scommesse. E’ notizia di ieri pomeriggio che anche Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo sarebbero coinvolti in tale scandalo. Intervenuto in esclusiva a Sportitalia, Fabrizio Corona ha svelato nuovi particolari proprio in merito alla vicenda scommesse che vede coinvolto Fagioli e non solo.

TONALI LASCERA’ COVERCIANO, APERTA INDAGINE SUL CASO SCOMMESSE

Corona rincara su Fagioli e il caso scommesse

“Ho una notizia bomba: la polizia è andata a Coverciano solo dopo che è venuta da me, altrimenti non sarebbe mai andata a colpo sicuro, non lo avrebbero fatto prima della partita della Nazionale. Se Tonali e Zaniolo sono andati via da Coverciano è perché evidentemente è vero. Sto andando a prendere le prove dalla fonte zero: non sono coinvolti solo loro due. La Juventus sapeva di Fagioli dal primo agosto, quando è uscita la notizia non l’ha portato in Tournée e ha cercato di pulirlo, omettendo di denunciare. Questo è un reato da retrocessione. Sto facendo un’inchiesta pulita al pari della Magistratura. Non sono coinvolti arbitri e allenatori. Se dovessero ammazzarmi sarei contento: sarebbe la fine di una storia bruttissima.”

SCOMMESSE, CORONA RIVELA: “ANCHE TONALI E ZANIOLO!” COSA SUCCEDE ORA?

Caso scommesse, notificato l’atto di indagine a Tonali e Zaniolo

Non solo è Nicolò Fagioli però ad essere coinvolto. Nel pomeriggio di ieri il clamoroso scoop anticipato proprio dal fotografo è diventato realtà: la Procura della Repubblica di Torino ha infatti notificato l’atto di indagine sulla vicenda scommesse anche Sandro Tonali e a Nicolò Zaniolo. La Polizia si è recata nel centro tecnico federale della FIGC a Coverciano, dove i due erano in ritiro con la Nazionale, per avere i primi chiarimenti dai diretti interessati. I giocatori avevano appena finito l’allenamento nel giorno precedente alla partenza per Bari, dove domani l’Italia sfiderà Malta nelle qualificazioni a Euro 2024. Contemporaneamente è stato convocato come persona informata sui fatti Fabrizio Corona, che ha svelato i due nomi.

I due giocatori hanno così lasciato Coverciano in serata dopo la fine del colloquio con la Polizia e non prenderanno parte al doppio impegno della Nazionale di Luciano Spalletti contro Malta a Bari e l’Inghilterra a Wembley. La conferma è arrivata dal comunicato ufficiale della FIGC sul proprio sito: “La Federazione comunica che, nel tardo pomeriggio di oggi, la Procura della Repubblica di Torino ha notificato atti di indagine ai calciatori Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo, attualmente in raduno con la Nazionale presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano. A prescindere dalla natura degli atti, ritenendo che in tale situazione i due calciatori non siano nella necessaria condizione per affrontare gli impegni in programma nei prossimi giorni, la Federazione ha deciso, anche a tutela degli stessi, di consentirne il rientro presso i rispettivi club”.

SCOMMESSE, CORONA SHOCK: “NON SOLO FAGIOLI, C’È UN BIG CHE RISCHIA…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Scommesse Fagioli

Ultime news

Notizie correlate