“Balotelli scioccato, ecco la mia fonte!”: Corona continua

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Fabrizio Corona non ha intenzione di fermarsi e rivela al Corriere della Sera altri scoop sul caos scommesse

Continua il gioco di Fabrizio Corona sul caos scommesse, polverone che l’ex galeotto ha alzato due giorni fa e che sta facendo parlare tutto l’ecosistema del calcio italiano. Dopo che le forze dell’ordine sono andate direttamente a Coverciano per parlare con Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera Fabrizio Corona ha svelato altri scoop sul caos scommesse, parlando anche di quella che è al momento la fonte dalla quale riceve le informazioni.

SCOMMESSE, CORONA: “LA JUVENTUS SAPEVA DI FAGIOLI E L’HA COPERTO COSI’”

“Ho altri nomi, lavoro con la Procura”

Reticente nel rispondere alle domande del giornalista del Corriere della Sera, come lo stesso ha mostrato sul suo cliccatissimo profilo Instagram nella giornata di ieri, Fabrizio Corona ha comunque rivelato altre novità sul caso scommesse, che dopo Fagioli, Tonali e Zaniolo sono pronte a mettere a dura prova il calcio italiano.

«Sappi che sono coinvolti almeno altri 10 calciatori, 5-6 procuratori e ci sono pure le bische clandestine. Sto spaccando l’Italia. Quante squadre di calcio sono coinvolte? Cinque, sei. I nomi? Non posso farli altrimenti vengo indagato. Le forze dell’Ordine a Coverciano? Non sarebbero mai andati lì se Dillinger non avesse fatto i nomi. Loro li sapevano ma avrebbero aspettato la partita dell’Italia. Stiamo facendo praticamente due inchieste parallele. Questa è la prima volta che lavoro con la Procura diciamo non da infame, ho fatto sette anni di galera… Talpa? Solo lavoro giornalistico».

PADOVAN SEVERO: “SCOMMESSE, PUNIRE SUBITO! CARRIERE SVENTRATE”

Corona rivela la fonte del caos scommesse

Nel continuare l’intervista telefonica, Fabrizio Corona rivela forse la cosa più importante detta finora sul caos scommesse, quella legata alla fonte. Nel parlarne, Corona tira in mezzo anche l’amico Mario Balotelli.

«Dirò tutto al programma di Nunzia De Girolamo, subito dopo la partita. Faremo altri nomi e sveleremo la nostra fonte delle notizie… è lo zio di un ex calciatore dell’Inter di Mourinho, amico intimo di Mario Balotelli. Mario è un mio amico, è venuto tante volte qui da me, era scioccato dalle prove che gli ho dato… lo zio racconta che suo nipote si era trasferito a Roma e poi ha aperto una bisca. Tutto verificato… martedì manderemo l’intervista e faremo altri nomi… un po’ per volta. Sì, c’è qualcun altro della Nazionale ci sono anche dei presidenti… Sai qual è il problema? Che questi giocatori sono malati, la ludopatia è una dipendenza come la coca, sono sfruttati dal sistema… giocano prima alle slot, a blackjack, poi le bische e diventano vittime della malavita. Io so di questi ma ce ne saranno molti altri, non parliamo poi della B».

SCOMMESSE, COSA RISCHIA TONALI? IL CASO DELLE 232 PARTITE DI TONEY

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

corona scommesse balotelli

Ultime news

Notizie correlate