Schira: “Zirkzee, o Milan o estero. Ma una cosa mi stupirebbe” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

In esclusiva per Radio Rossonera, Nicolò Schira è tornato a parlare della trattativa di mercato tra il Milan e Joshua Zirkzee

Intervenuto al Talk, l’esperto di calciomercato Nicolò Schira ha fatto il punto sulla trattativa tra Zirkzee e il Milan. Il dubbio principale legato all’esito dell’operazione riguarda, come noto, il pagamento di cospicue commissioni all’agente del centravanti olandese del Bologna, che rappresenterebbe una novità nel modus operandi rossonero in ambito di mercato.

Le parole di Schira

“Zirkzee è quello che piace di più, ma secondo me è difficile. Mi meraviglierei molto di vedere il Milan cambiare politica sulle commissioni. A torto o a ragione, ha questa politica di non andare oltre certe cifre su cartellini e stipendi. La clausola è fattibile, l’ingaggio è sostanzioso ma è normale mettere in conto 5-6 milioni di euro. Ma per le commissioni davvero mi stupirei, anche se spero di essere smentito per il bene del calcio italiano. Anche perché se non va al Milan va all’estero: l’Inter si è defilata e la Juventus si sta muovendo su altri fronti”.

Ultime news

Notizie correlate