Sassuolo-Milan, Parolo: “Due facce della medaglia”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Marco Parolo ha commentato il pareggio del Milan contro il Sassuolo, esaltando i pregi ma evidenziando anche i difetti dei rossoneri

Il Milan non riesce a rialzare la testa dopo il ko di giovedì contro la Roma e non va oltre il pareggio contro il Sassuolo. In vista del ritorno di Europa League, i rossoneri si sono schierati con una formazione fortemente rimaneggiata, con le sole conferme di Thiaw, Theo Hernandez, Loftus-Cheek e Leao rispetto all’undici titolare contro i giallorossi. Probabilmente, però, i giocatori in campo erano con la testa già alla trasferta di giovedì e l’approccio al match è stato più che negativo. Di questo e di molto altro ha parlato l’ex centrocampista, ora opinionista, Marco Parolo, che ha commentato la gara ai microfoni di DAZN nell’immediato postpartita.

Le parole di Paolo

“Il Milan non mi è piaciuto nell’atteggiamento, non ha deto segnali di compattezza soprattutto nel primo tempo. Poi di buono c’è la grande qualità, le tante alternative. Ci sono due lati della medaglia. Ma questa leggerezza difensiva non si può spiegare solo con il pensiero alla partita di giovedì.

Ultime news

Notizie correlate