I 4 episodi di Sassuolo-Milan: la moviola di Luca Marelli e il giudizio su Massa

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Le parole di Luca Marelli sulla direzione arbitrale di Sassuolo-Milan e la spiegazione del fuorigioco di Chukwueze

Il Milan esce dalla trasferta di Reggio Emilia con un solo punto. Nella sfida contro il Sassuolo, i rossoneri non sono riusciti a strappare la vittoria e sono stati bloccati sul 3-3. Nel corso della sfida, sono stati 4 gli episodi arbitrali discussi, soprattutto i due gol annullati per fuorigioco millimetrico a Chukwueze. Al termine di Sassuolo-Milan, il commentatore tecnico arbitrale di DAZN Luca Marelli ha analizzato nel dettaglio le quattro situazioni e ha giudicato la direzione dell’arbitro Massa.

Le parole di Luca Marelli

Sul contatto al limite tra Musah e Boloca: “Al 9′ minuto del primo tempo c’è un contatto tra Boloca e Musah al limite dell’area di rigore. C’è un errore di Massa, che non fischia il calcio di punizione. Il dubbio resta sulla posizione: dentro l’area di rigore o al limite? Rivedendo le immagini, il contatto sulla tibia avviene pochi centimetri fuori dall’area di rigore. Ricordiamoci che non dobbiamo tenere presente il punto più avanzato del giocatore (in questo caso la punta del piede destro che è sulla linea, pertanto in area di rigore), ma il punto di contatto”.

Sul contatto nell’area del Milan tra Loftus-Cheek e Pinamonti: “Loftus-Cheek era inizialmente in marcatura su Tressoldi. Poi si è ritrovato a contatto con Pinamonti e gli ha appoggiato un braccio sulla schiena. Ogettivamente il contatto è abbastanza leggero, non sufficiente a poter assegnare un calcio di rigore. Massa, giustamente a mio parere, non fischia nulla e il VAR sorvola”.

Sui due gol annullati a Chukwueze per fuorigioco: “Sfruttiamo questi due episodi per spiegare bene come funziona il fuorigioco semi-automatico. In entrambe le circostanze il fuorigioco di Chukwueze è di qualche millimetro relativamente alla spalla. Quello che dobbiamo ricordarci è che il fuorigioco semi-automatico rileva in ogni momento 29 punti dello scheletro dei giocatori. In particolare rileva la posizione a livello scheletrico delle spalle, quello che ci interessa in questo caso. Cosa significa questo? Che nel caso un punto dello scheletro della spalla sia più avanzata rispetto al penultimo difendente, il sistema segnala automaticamente una bandierina che segnala che c’è un posizione di fuorigioco. In questa circostanza non c’è mano umana. Chiaramente dobbiamo fidarci della tecnologia”.

 

Ultime news

Notizie correlate