Sassuolo-Milan, l’effetto Ballardini e alcuni principi da big

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Il Milan se la vedrà con il nuovo Sassuolo di Ballardini: l’analisi dei cambiamenti apportati dal tecnico e alcuni numeri top dei neroverdi

Sassuolo e Milan si stanno per affrontare al Mapei Stadium, con Pioli che ha optato per un turnover parziale. Da poco più di un mese sulla panchina dei neroverdi siede Davide Ballardini, il tecnico ha portato alcuni cambiamenti rispetto alla gestione Dionisi e il primo aspetto riguarda le partite casalinghe. Il sito ufficiale del Milan ha voluto evidenziare questo “effetto Ballardini”.

“Davanti al proprio pubblico, i neroverdi hanno incassato due sconfitte nelle ultime quattro uscite (1V, 1N), anche se nella gestione Ballardini sono ancora imbattuti al Mapei. In generale, solo Salernitana (otto), Udinese (12) ed Empoli (13) hanno guadagnato meno punti in partite casalinghe rispetto al Sassuolo (16 in 15 match) in questo campionato. Un dato che invece sorride ai neroverdi riguarda i precedenti con squadre d’alta quota, avendo vinto due delle tre sfide giocate contro squadre che iniziavano la giornata nelle prime due posizioni in classifica (1P) nel torneo corrente”.

I principi da big

Un altro aspetto messo in evidenza dal portale del Milan è la propensione offensiva del Sassuolo, che in un certo senso la accomuna alle big del nostro campionato. I numeri parlano chiaro:

“Se analizziamo il “coraggio” con cui il Sassuolo ha proposto il suo gioco in questa Serie A, restiamo quasi sorpresi dalla sua classifica attuale. I neroverdi, infatti, sono vicini alle big del campionato per alcuni principi di gioco, che sicuramente mettono in buona luce il Sassuolo quantomeno sul piano delle intenzioni. La squadra attualmente guidata da Ballardini ha registrato 26 attacchi in contropiede in questo torneo, meno solo dell’Inter (31). Inoltre, in ben 23 di queste occasioni il Sassuolo è riuscito ad arrivare alla conclusione, una dato che lo pone ancora alle spalle della squadra nerazzurra, che siede appena un gradino sopra (24)”.

Ultime news

Notizie correlate