Accostato al Milan, Sarri annuncia: “Tra due o tre anni dirò stop”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Maurizio Sarri sceglie di esporsi a sorpresa: recentemente associato anche al Milan, parla del suo futuro in un’altra ottica

Uno dei tanti, tantissimi nomi che nelle ultime settimane la stampa ha accostato al Milan è quello di Maurizio Sarri. Rimasto senza contratto dopo la rescissione con la Lazio, è in cerca di una nuova sistemazione e per molti può rappresentare un “piano B” dell’ultimo minuto per la panchina rossonera. Questa mattina il tecnico ha preso parte all’iniziativa “Un caffé con Maurizio”, parlando di tanti temi e poco legati al calcio.

Tra futuro e passato

Tuttavia, non è mancata una domanda sul suo futuro da allenatore e da uomo. Sarri, un po’ a sorpresa, ha risposto così: Tra due o tre anni, quando smetterò di fare l’allenatore, ho già deciso che non farò più niente. A parte quello, darò una mano alle persone che se lo meritano”. 

Ma ha parlato anche di Sacchi: “Considero Arrigo uno degli allenatori ad aver cambiato il calcio”. Infine, su un vecchio NO a Berlusconi: “Non me ne pento, perché quel no mi ha portato al Napoli”.

Ultime news

Notizie correlate