Sacchi su Ziyech: “Ecco dove lo vedrei nel Milan”

I più letti

Arrigo Sacchi sulle pagine della Gazzetta dello Sport ha detto la sua sull’eventuale arrivo al Milan di Ziyech. L’ex tecnico ha spiegato come si tratti di un ottimo giocatore dotato di buona tecnica e velocità, due caratteristiche importanti per il calcio moderno. Tuttavia, secondo Sacchi affinché possa fare bene con la maglia del Milan è necessario che la stella del Marocco arrivi a Milano con la testa giusta, con disponibilità, ma soprattutto entusiasmo. Il pensiero dell’ex tecnico del Milan è chiaro, a sua detta Maldini e Massara prima delle qualità tecniche dovrebbero valutare le caratteristiche umane, vale per Ziyech così come per qualsiasi altro giocatore. Perché come ricorda Sacchi: “Nel calcio non bastano i piedi. Ci vuole la testa.

LEGGI QUI ANCHE: -MILAN, SI TORNA IN CAMPO! ALLE 14.30 PRIMA AMICHEVOLE-

Ecco nel dettaglio le parole rilasciate alla Gazzetta dello Sport di Sacchi sull’eventuale arrivo di Ziyech al Milan:

Su che tipo di giocatore arriverebbe al Milan: “Ziyech ha grande tecnica e velocità. Quando era all’Ajax si credeva potesse diventare un autentico campione. Al Chelsea ha rallentato il suo processo di crescita.”

Su come potrebbe adattarsi al gioco di Pioli: “Si tratta di un giocatore dalle notevoli qualità, molto veloce, ma per avere successo però non bastano i piedi, ci vuole la testa. Se Maldini e Massara hanno individuato nel marocchino un rinforzo giusto, mi fido di loro. Può giocare in tutte e tre le posizioni dietro la prima punta. Può adattarsi, anche se le migliori cose le ha fatte vedere partendo da sinistra, come faceva all’Ajax. L’importante è che arrivi con entusiasmo e disponibilità. Dovrà essere consapevole che se dovesse arrivare al Milan, arriverebbe nel secondo club più vincente al mondo, dopo il Real Madrid.”

LEGGI QUI ANCHE: -GAZZETTA: MILAN, PRONTA L’OFFERTA A GENNAIO PER ZIYECH-

Infine un pensiero di Sacchi sull’importanza dell’arrivo di Ziyech in chiave scudetto e rincorsa al Napoli: “Il Milan farà il salto di qualità nella seconda parte di stagione solo se giocherà da squadra, come nella passata stagione. Bisogna correre tutti e undici. Solo così può pensare di poter rincorrere il Napoli. Questo a prescindere dall’arrivo o meno di Ziyech. La cosa importante è che si capisca che il calcio è uno sport di squadra, quello che deve prevalere è sempre il collettivo. Tutti si devono sacrificare per gli altri. Cosa che avveniva nel mio Milan. Gente come Gullit, Baresi, Van Basten, Donadoni, Maldini era pronta a correre l’uno per l’altro.”

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Arrigo Sacchi

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate