Sacchi su Napoli-Milan: “Vietato pensare all’andata. Osimhen mette paura, Kvara invece…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex allenatore del Milan Arrigo Sacchi ha parlato riguardo il prossimo match di Champions dei rossoneri contro il Napoli e commentato le partite di ieri in campionato delle due squadre.

ULTIME NOTIZIE MILAN – LE PRIME PAGINE DEI QUOTIDIANI SPORTIVI DI OGGI (16-04-23) –

Il Milan ha fatto un turnover totale, dieci cambi su undici. Come l’ha visto?

“Ha preso subito gol, poi ha cercato di fare qualcosa, ha trovato il pareggio con Pobega e alla fine ha pure avuto qualche occasione per vincere la partita. Il Bologna, però, mi è sembrato un’ottima squadra. Il pareggio, a conti fatti, è un risultato logico. Ma la prestazione dei rossoneri, bisogna essere sinceri, ieri è stata mediocre”.

Le seconde linee rossonere hanno dato ragione a chi finora le ha considerate tali…

“De Ketelaere non riesce a tira fuori giocate di qualità. Origi ha fatto poco, Rebic idem. Chiaro che in queste condizioni è difficile elevare il livello della prestazione. Poi sono entrati Leao e Diaz e qualcosa in più si è visto. Ammetto, però, che Diaz mi piace di più quando parte da destra. Al centro c’è troppa gente che lo ostacola, sulla fascia ha maggior libertà di movimento”.

Anche lei avrebbe fatto un turnover così massiccio?

“Sì. Nel mio Milan avevamo meno giocatori: diciotto più i ragazzi della Primavera. Anche noi avevamo tre impegni in una settimana, però non riuscivamo quasi mai a tenere lo stesso livello di intensità. Tra una partita e l’altra ci devono essere almeno cinque o sei giorni di scarico, questa è la verità. Al giorno d’oggi, invece, si gioca troppo e questo, alla lunga, è un danno pe lo spettacolo. Non c’è tempo per preparare le sfide con i giusti allenamenti, non c’è possibilità per gli allenatori di lavorare”.

Spalletti contro il Verona ha ritrovato Osimhen. Non è poco in vista di martedì.

“E’ tantissimo. Osimhen è un giocatore importantissimo, per i movimenti che fa e per i tiri che scaglia. Anche contro il Verona ha effettuato una bella conclusione e ha avuto pochi minuti a disposizione. Lui è uno che spaventa le difese avversarie, mette paura”.

Kvara, invece, pare in fase calante. Che ne pensa?

“Diciamo che non è quello di qualche tempo fa. E’ stata una bellissima sorpresa, e bisogna fare i complimenti a chi lo ha scoperto e lo ha acquistato. Adesso, però, fa meno paura di prima: dribbla sempre verso l’interno, ormai si è capito, e i difensori italiani, che lo hanno studiato, forse hanno trovato le contromisure al suo gioco”.

Tra l’altro Spalletti non avrà Kim e Anguissa, squalificati. Assenze pesanti.

“Sì, pesanti. Ma compensate dalla presenza di Osimhen. Se c’è lui, il Napoli si muove secondo i soliti ritmi”.

Che sfida si aspetta martedì?

“Difficile fare previsioni. Credo che sarà una partita molto aperta. Il Napoli, a mio avviso, per conquistare la semifinale dovrà compiere un’impresa perchè molti giocatori non sono al livello di forma di qualche tempo fa”.

A San Siro, però, il Milan ha sofferto, soprattutto in avvio di gara.

“Verissimo. E difatti anche i rossoneri non devono stare tanto tranquilli. In generale mi pare che sia il Milan che il Napoli siano un po’ affaticati dai tanti impegni. Le loro prestazioni in campionato, entrambe mediocri, lo dimostrano”.

Se il Napoli pressa alto, il Milan che deve fare?

“Sarà un problema, ma in quel caso i ragazzi di Pioli dovranno essere bravi negli smarcamenti e nella rapide ripartenze. Guai se stanno lì a pensare all’1-0 dell’andata: se una squadra ha un proprio stile e una propria identità, deve farli vedere. Soprattutto in un’occasione tanto importante come un quarto di finale di Champions League”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

sacchi Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate