Sacchi e l’Inter: “Tendenza a fare i furbi” Poi va su Inzaghi

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

L’ex allenatore del Milan Arrigo Sacchi attacca l’Inter durante la presentazione del suo libro, accusandola di essere troppo “furba”

L’ex leggendario allenatore del Milan, Arrigo Sacchi, nonostante i complimenti riservati a Simone Inzaghi ha attaccato duramente l’Inter, accusando il club nerazzurro difare il furbo“. Le dichiarazioni sono arrivate a margine della presentazione del suo nuovo libro all’Hotel Federico II di Jesi. Di seguito, le parole dell’ex Milan Sacchi sull’Inter (e non solo).

Sacchi a muso duro

Sacchi ribadisce che “il bravo allenatore è quello che dona un gioco, che aiuta i giocatori a diventare più bravi. Un regista aggiunto, nel vero senso della parola“. Tra gli attuali migliori allenatori italiani sulla piazza, l’ex Milan parte da Spalletti: “E’ come me, può fare bene. Mi rivedo tanto in lui, ma non è il solo. Apprezzo Sarri, Gasperini, Italiano e Pioli. Inzaghi sta per vincere lo Scudetto, si è evoluto“. La prestazione in Champions League dei nerazzurri, però, non è piaciuta: “Ha sbagliato, le formazioni spagnole vanno aggredite, la sua Inter si è difesa troppo… Simone crescerà, ha intrapreso la strada giusta“.

Le parole che fanno discutere sono però quelle sull’Inter: “C’è una tendenza ad arrivare all’obiettivo da furbi. Bisogna uscire da questa situazione, altrimenti resteremo sempre in questo stato di crisi“. “è per chiudere la risposta dell’ex CT alla domandal’Inter sta barando?“.

Ultime news

Notizie correlate