Sacchi: “Grande Milan ma l’atteggiamento dev’essere diverso”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi ha parlato della grande vittoria del Milan a Zagabria.

“La prima giornata di Champions per le italiane è come una moneta: c’è la faccia allegra e soddisfatta del Milan e c’è quella triste e depressa della Juve. La squadra di Pioli va in Croazia e, nonostante un avvio titubante, ha la forza di prendere di petto la partita contro la Dinamo Zagabria, con coraggio e generosità, in un ambiente tutt’altro che facile. Quella di Allegri, invece, si lascia travolgere, senza quasi reagire, da un Benfica molto bello, ma anche tanto facilitato dall’atteggiamento poco aggressivo dei bianconeri. E quando accenna a una reazione, sul finire della sfida, è ormai troppo tardi per ribaltare il tavolo.”

LEGGI QUI ANCHE   -IL MILAN TRIONFA A ZAGABRIA: LE PRIME PAGINE DI OGGI (26/10)-

Sacchi: “Inizio complicato per i rossoneri, forse bloccati dall’importanza della sfida. Nella prima mezz’ora i croati paiono più vivaci e intraprendenti, ma il gol di Gabbia schioda la partita. Leao, che fino a quel momento ha giocato in punta di piedi, fa qualcosa di straordinario: meravigliosa rete del 2-0 con una volata da metà campo e risultato in banca. A quel punto si vede la differenza dei valori tecnici tra il Milan e la Dinamo e la squadra di Pioli va sul velluto. Tuttavia anche in una serata di festa bisogna saper guardare le ombre e interpretarle: ad esempio l’atteggiamento di Leao e di De Ketelaere dev’essere maggiormente aggressivo, entrambi hanno grandi qualità, però devono sempre avere la personalità per metterle in mostra. I rossoneri sono fortissimi se sono compatti, se collaborano, se giocano come un collettivo. Questa lezione deve essere imparata a memoria soprattutto in previsione dell’ultima sfida contro il Salisburgo. Raggiungere gli ottavi di finale è un grande traguardo per i rossoneri. La vittoria di Zagabria, fondamentale per la classifica, deve dare ancora più convinzione al Milan: l’aiuto reciproco è importantissimo, direi vitale. In questo modo, essendo molto giovani e non avendo l’esperienza e la maturità per gestire certe situazioni, possono superare ogni difficoltà.”

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Arrigo Sacchi

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate