Calcio italiano in difficoltà? Sabatini ha la spiegazione

DiGiacomo Todisco

Giu 5, 2022

Interviste – La mancata qualificazione a Russia 2018, la vittoria dell’Europeo e poi l’incredibile sconfitta contro la Macedonia del Nord.

La seconda consecutiva non-partecipazione al campionato del mondo da parte dell’Italia induce ad un’inevitabile riflessione sul nostro calcio e sul futuro. A tal proposito, successivamente alla sua separazione dalla Salernitana, l’ex direttore sportivo Walter Sabatini ha toccato l’argomento in un’intervista con il Corriere della Sera.

Leggi QUI le parole di Pobega sull’esordio in Nazionale

Queste le dichiarazioni dell’esperto dirigente: “In Italia abbiamo troppa paura di perdere le partite. Con queste quindi la poltrona, la panchina, ecc. Senza paura di perdere le partite si fanno giocare i 2001, 2002, 2003, ragazzi che matureranno subito per il club e per la Nazionale. Se non superiamo questa barriera culturale, il nostro calcio sarà sempre più povero”. Gli viene poi domandato cosa ne sarà del suo immediato futuro: “Guardo avanti, in alto. Merito certi palcoscenici. La Champions League, per intenderci. Ci sono alcuni segnali, e so che succederà qualcosa”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan